apple
Apple
ha annunciato una grande espansione delle sue attività negli Stati Uniti, e l’attrazione principale sarà un nuovo campus da 1 miliardo di dollari ad Austin. L’approccio della società è in netto contrasto con la recente ricerca di Amazon sulla posizione della sua seconda sede, che nel corso di un anno ha visto numerose città competere pubblicamente per offrire i maggiori incentivi per il gigante dell’e-commerce. La decisione di New York di offrire circa 2 miliardi di incentivi ad Amazon ha suscitato critiche particolarmente feroci e continue.

Insieme ai 6.200 dipendenti che Apple ha già in città, il suo nuovo upgrade vasto 133 acri dovrebbe farlo diventare il più grande datore di lavoro privato di Austin. Inoltre prevede che il nuovo campus ospiterà inizialmente 5.000 dipendenti, anche se alla fine avrà una capacità totale di 15.000. Il nuovo campus di Austin gestirà attività che vanno dall’ingegneria all’assistenza clienti per l’azienda. Come tutte le altre strutture nel mondo appartenenti alla grande mela, questa funzionerà con il 100% di energia rinnovabile.

Leggi anche:  Google vuole migliorare ulteriormente la sicurezza con Android Q

I piani di espansione di Apple includeranno più stati

Insieme al suo nuovo campus di Austin, Apple ha anche annunciato espansioni in una serie di altre città. Seattle, San Diego e Culver City riceveranno assunzioni per oltre 1.000 dipendenti ciascuno, e Apple prevede anche di espandere le sue attività a Pittsburgh, New York e Boulder, in Colorado, nei prossimi tre anni. In totale, Apple impiegherà 90.000 persone negli Stati Uniti con oltre 1.000 dipendenti per stato in 16 stati. All’inizio del 2018, Apple si è impegnata a investire 350 miliardi di dollari nell’economia degli Stati Uniti, e l’annuncio di oggi è una parte di quella spesa, mostrando una ricca compagnia disposta a perseguire i suoi piani.