google-call-screening

Il telefono squilla e quando guardi lo schermo vedi che si tratta di un numero sconosciuto. Probabilmente è una chiamata commerciale, di quei tanti call center fastidiosi, ma allo stesso tempo si teme che possa essere qualcosa di importante. Esitate a rispondere.

Google ha deciso di ricorrere all’intelligenza artificiale per aiutare l’utente in questi casi. La società tecnologica ha lanciato a novembre il servizio di Screening delle chiamate, un’applicazione che filtra le chiamate in arrivo senza dover rispondere.

 

Cos’è Call Screening

Al momento il servizio è disponibile solo nei dispositivi Pixel, dove è installato di default. Ad ogni modo, si prevede che l’applicazione finirà per generalizzare e raggiungere l’ambiente Android, sebbene Google non abbia ancora parlato delle date.

Quando l’utente di questi dispositivi riceve una chiamata, avrà la possibilità di attivare lo Screening delle chiamate, che apparirà sullo schermo. Se attivato, il chiamante sentirà una voce automatica che ti chiederà di identificarti e di spiegare il motivo della chiamata.

Allo stesso tempo, una trascrizione della conversazione apparirà sullo schermo, in modo che l’utente possa decidere se vuole rispondere alla chiamata. Altrimenti, l’assistente vocale si scuserà e lo rifiuterà.

Cosa succede se non è facile identificare chi sta chiamando? In tal caso, il servizio offre le opzioni “Dimmi di più“, “È urgente?” e “Richiama più tardi“, che può essere attivato dalla stessa schermata.

Google ha affermato che le trascrizioni di tali chiamate rimangono nel telefono e non sono memorizzate sui loro server, sebbene l’utente possa recuperarle nella cronologia del suo telefono cellulare.