Più della metà dei genitori faticano a tenere il passo con i costi delle ultime tecnologie per i loro figli. Dei 2000 genitori intervistati, un terzo ha ammesso di “non averne” per comprare gli ultimi prodotti.

Lo studio ha anche rilevato che il 37% risparmia tutto l’anno per garantire che i suoi piccoli abbiano gli stessi gadget high-tech dei loro compagni. Ma mentre otto su dieci genitori si sentono “sotto pressione” per assicurarsi che il loro bambino abbia la tecnologia più recente, sette su dieci si sono rifiutati di comprarli nuovi di zecca a causa dei cartellini dei prezzi altissimi. E il 38 percento ha optato invece per il kit ricondizionato. È emerso inoltre che sette su 10 ritengono che siano regali troppo costosi da acquistare per i bambini.

Quasi quattro su dieci non vogliono che i loro figli sappiano che i loro genitori faticano a permettersi gli ultimi gadget. La gente stima di aver risparmiato in media 102 euro l’ultima volta che hanno comprato un prodotto rinnovato rispetto a uno nuovo di zecca. E la maggior parte dei genitori pensa che i loro figli non saprebbero comunque la differenza. Due su cinque genitori non pensano che i prodotti tecnologici rinnovati abbiano un aspetto diverso da un acquisto nuovo di zecca.

Troppi regali richiesti dai propri figli e non poterseli permettere è una condizione che accomuna la maggior parte dei genitori

Gli smartphone e i tablet sono stati rivelati come i gadget che più probabilmente saranno acquistati, secondo la ricerca condotta tramite OnePoll. In seguito ritroviamo la console di gioco come PlayStation e Xbox, e un quarto sarebbe felice di acquistare un laptop. Si aspetterebbero anche che un pezzo di tecnologia rinnovata li duri poco meno di un anno e mezzo prima di doverlo sostituire o aggiornare di nuovo. Ma alcuni dei principali motivi per i quali i genitori non optano per un nuovo gadget è il non essere in grado di capire da dove provengono, preoccupandosi che si rompa troppo presto.

Leggi anche:  Amazon ha svelato che Babbo Natale non esiste, genitori delusi

Inoltre quattro intervistati su 10 temono che il loro gadget rinnovato non avrà la stessa qualità di qualcosa acquistato nuovo di zecca. La ricerca è stata condotta dal sito musicMagpie. Un portavoce, Liam Howley, ha dichiarato: “La tecnologia si muove a un ritmo spaventoso. Quello che una volta era l’avanguardia del settore può trovarsi accanto a oggetti obsoleti nel giro di pochi mesi e persino in alcune settimane. Può essere abbastanza difficile anche stare al passo con gli ultimi progressi tecnologici, figuriamoci avere i soldi per tutto.”