5g-salute

Mentre ci prepariamo all’avvento del 5G, emergono domande e alcune paure relative alla sua possibile pericolosità per la nostra salute. Date le alte frequenze (53-78 Ghz) del 5G, con una maggiore capacità di penetrazione nel corpo, le persone sensibili ai campi elettromagnetici saranno più vulnerabili dopo l’implementazione di questa tecnologia nel 2020.

 

Telefoni più veloci, più rischi per la salute

Alcuni addetti ai lavori hanno predetto un aumento delle patologie associate a questa contaminazione. Secondo alcuni, i “governi non controllano cosa succede e gli scienziati sono molto preoccupati“. Tuttavia, è impossibile dire che le frequenze radio non causino il cancro.

Per questo motivo, è possibile che ci saranno sempre più persone elettroipersensibili, compresi i bambini, e più casi di leucemia infantile. Gli esperti si aspettano anche numerosi casi di infertilità, malattie cardiache, malattie autoimmuni, psichiatriche, neurologiche e cognitive e tumori cerebrali.

Leggi anche:  Xiaomi Mi Mix 3, su Weibo la conferma del supporto alle reti 5G

Un altro effetto sarebbe la comparsa di un terzo tipo di diabete il cui innesco sarebbe l’inquinamento elettromagnetico. “Esponendo noi stessi a questa radiazione, il funzionamento delle cellule è alterato“, ha detto Magda Havas, professore di scienze ambientali presso le università canadesi di Toronto e Trent. Ed avverte che le persone con ipersensibilità elettromagnetica potrebbero subire ictus o attacco cardiaco per la coagulazione del sangue, in quanto in loro le “cellule del sangue si aggregano e non fluiscono liberamente” quando esposte.

L’esposizione alle radiazioni genera sintomi testabili: affaticamento, disturbi del sonno, concentrazione, perdita della memoria a breve termine, la confusione, la cataratta, depressione e ansia, problemi di pelle ed endocrini, e in particolare il sistema nervoso centrale.