Facebook è una dei social network più utilizzati al mondo e la maggior parte delle persone ha un account sul social che utilizza regolarmente. Chi per lavoro, chi per scambiare due risate con gli amici, tutti siamo connessi tramite Facebook e molte persone approfittano di questo strumento.

Un esempio sono le persone che utilizzano account falsi in rete per poter agire in qualsiasi modo essi vogliano, come infastidire gli utenti per pubblicizzare un prodotto. Facebook cerca da sempre di combattere il fenomeno dei “fake accounts” e quest’anno sembra aver fatto una grande pulizia.

Facebook ha cancellato ben 2,1 miliardi di spam

Nel periodo tra aprile e settembre di quest’anno, Facebook ha cancellato oltre 1,5 miliardi di account falsi dalla sua rete e ha condiviso il rapporto con gli utenti. Il Community Standards Report redatto dal social network evidenzia i problemi legati alla nudità, incitamento all’odio, contenuti violenti ed account falsi.

Leggi anche:  Il Regno Unito ha sequestrato documenti relativi alla privacy su Facebook

Molti di questi account, afferma Facebook, sono il risultato di attacchi informatici agli utenti. Gli hacker cercano di entrare in contatto con la vittima per prendere possesso dei loro account e di eventuali dati salvati. Proprio pochi mesi fa, alcuni hacker hanno compromesso 30 milioni di account accedendo a tutte le informazioni di base degli utenti.

Il social network sembra utilizzare un algoritmo che previene la violazione dei contenuti ancor prima che quest’ultimi vengano segnalati dagli utenti. Secondo il rapporto, infatti, circa il 95,9 % dei contenuti indesiderati sono stati rimossi prima che venissero segnalati.

Facebook si è anche schierata, ormai da un pò di tempo, contro le fake news. Molte persone utilizzano il social network per informarsi di quello che succede nel mondo e Zuckemberg non vuole che sul suo sito vengano condivise false notizie.