WhatsApp: truffa per tutti gli utenti TIM, Iliad, Wind Tre e Vodafone con credito rubato

Tra le funzioni più apprezzate di WhatsApp troviamo senza ombra di dubbio la condivisione della posizione. Questo strumento, anche se non sembra, è di indispensabile importanza nel quotidiano. Quando si è in luoghi remoti e non conosciuti, grazie alla geolocalizzazione possiamo avvisare i contatti della rubrica in modo da ricevere assistenza.

 

WhatsApp, come falsificare la propria localizzazione.

Nonostante i suoi lati positivi, spesso la localizzazione ha anche lati negativi. Con questo tool, infatti, diminuisce il grado di privacy degli utenti, specie di coloro che vogliono nascondere alcuni segreti.

Vi mostriamo oggi un piccolo segreto per poter falsificare i dati sulla propria posizione, così da non alcun timore verso partner gelosi o amici petulanti. Su internet ci sono numerosi tutorial che prevedono il download di fantomatiche app o ancora il jailbrack degli  iPhone.

Leggi anche:  Whatsapp: fuga di massa dopo l'annuncio del blocco dell'app per migliaia di utenti

Il vero trucco è in realtà molto più semplice. Per inviare una finta geolocalizzazione dovremo muoverci senza alcuna differenza dalla normalità. In primis sarà necessario accedere alla mappa in miniatura; in secondo luogo dovremo visualizzare la presenza del classico puntatore per la posizione.

Qui viene il bello. Pochi sanno che il puntatore può essere manomesso dallo stesso utente senza alcuna difficoltà. Per spostare il puntatore sarà necessario premere in qualsiasi punto della mappa a nostra disposizione. WhatsApp andrà quindi a segnare una finta posizione: a quel punto dovremo semplicemente premere il tasto invio per ingannare il nostro interlocutore.