IPTVLe multe possibili o le pene detentive iniziano a raggiungere livelli di guardia per la maggior parte degli utenti che accedono gratuitamente ai canali di Sky Mediaset Premium. Il rischio viene corso anche collegandosi ai siti IPTV, la Polizia Postale è in allerta, la pratica è ormai troppo utilizzata sull’intero territorio italiano.

Nel momento in cui una nuova stagione sportiva è ormai alle porte, ed il denaro effettivamente a disposizione non sia sufficiente per la sottoscrizione di un abbonamento alle pay TV nostrane; ecco che l’utente medio prova a cercare una soluzione alternativa, nella speranza di poter ugualmente accedere ai contenuti, senza pagare un singolo centesimo.

 

IPTV: carcere o multe da 25000 euro per gli utenti con Sky e Mediaset Premium gratis

La strada più breve, e più sfruttata, passa direttamente per il mondo dell’IPTV. La pratica da seguire è veramente semplicissima, con una connessione ad internet attiva (anche da mobile) ed un legale riproduttore video, anche il più inesperto dei consumatori ha la possibilità di vedere tutti i canali di Sky Premium a costo totalmente azzerato.

Leggi anche:  IPTV: paura e terrore per chi guarda gratis Sky e Mediaset Premium

La grande semplicità di utilizzo ha indubbiamente attirato l’attenzione non solo degli utenti, ma anche della stessa Polizia Postale. I controlli paiono essersi intensificati, il rischio è maggiormente elevato rispetto al passato, in ogni caso è meglio evitare siti IPTV perchè completamente illegali.

Se scoperti, infatti, la pena prevista è di 25000 euro o addirittura 4 anni di reclusione presso il carcere più vicino al luogo di residenza. Vale davvero la pena tutto questo per delle partite di calcio o per risparmiare 30 euro al mese di Sky?.