Netflix

Netflix è una delle più importanti piattaforma di contenuti in streaming, offre tantissime serie TV, documentari e film. Qualche giorno fa abbiamo comunicato che la piattaforma sta testando alcuni spot pubblicitari tra un episodio e l’altro. Scopriamo qualche dettaglio in più.

La notizia del possibile arrivo della pubblicità ha fatto innescare alcune polemiche tra gli utenti. In realtà, pensandoci bene, la piattaforma offre tutti i propri contenuti ad un prezzo molto inferiore di altre piattaforme. In più permette anche agli utenti di condividere il proprio account, andando così a ridurre sensibilmente il costo.

 

Netflix: cosa cambierebbe con l’introduzione della pubblicità

La pubblicità al momento in fase di test, come anticipato prima, andrebbe ad inserirsi tra un episodio e l’altro nelle serie TV. Mentre nei film comparirebbe solamente tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo. Si tratta di pubblicità interna, gli spot sponsorizzeranno quindi solamente i contenuti della piattaforma e non prodotti esterni.

Leggi anche:  Netflix: scopriamo insieme gli anime programmati per l'autunno

L’obiettivo dell’azienda è quello di utilizzare l’algoritmo per cercare di aumentare gli spettatori generali dei propri programmi, includendo quindi anche film e serie TV minori. TechCrunch ha fatto alcune domande al portavoce della società di Los Gatos. Esso ha dichiarato che se la funzione dovesse essere integrata, gli utenti non sarebbero costretti a guardarla, potrebbero passare all’episodio successivo con molta facilità.

In sostanza, anche se dovessero essere inclusi degli spot pubblicitari, l’utilizzo della piattaforma non cambierebbe molto, anzi, potrebbe suggerire alcuni contenuti a cui gli utenti solitamente non fanno caso. Al momento ci viene subito spontaneo pensare che la piattaforma possa inserire in un futuro anche pubblicità di inserzionisti esterni. Soprattutto calcolando che, i nuovi utenti nel secondo trimestre del 2018 non sono quelli attesi dagli analisti.