qualcomm snapdragon 855
Qualcomm ha recentemente confermato che il suo nuovo Snapdragon 855 sarà il prossimo chip per smartphone (e non solo) di fascia alta basato sul nuovo processo produttivo da 7 nanometri. E oggi, grazie a un rapporto dell’agenzia di stampa centrale di Taiwan, è stato confermato che TSMC prenderà il posto di Samsung quest’anno.

Samsung non verrà più utilizzata come partner per aiutare la produzione del SoC che piuttosto verrà affidata a TSMC. Il motivo è presto detto e non riguarda potenziali rivalità tra Qualcomm e Samsung: TSMC è l’unica che al momento può assicurare il processo produttivo alla base dello Snapdragon 855.

 

Qualcomm Snapdragon 855, il SoC inizierà ad essere prodotto tra due mesi

Secondo il rapporto, TSMC si è accaparrata la produzione dello Snapdragon di prossima generazione e inizierà a partire dal quarto trimestre del 2018, il che significa che le fonderie entrano a regime nel mese di ottobre. Questo permetterà a Qualcomm di avere abbastanza tempo per preparare un lancio con i fiocchi per i primi mesi del 2019.

Leggi anche:  Samsung Galaxy A7 (2018) è in arrivo, lo conferma la prima certificazione

E allo stesso tempo anche i produttori di smartphone potranno scegliere il SoC, che in realtà possiedono già per i test di rito, con tutta la calma possibile. Tra questi ci sarà proprio Samsung, che utilizzerà lo Snapdragon 855 per Galaxy S10, e Sony per i suoi prossimi fiori all’occhiello.

Complessivamente, sembra che i nuovi ordini dello Snapdragon 855 rappresenteranno circa l’8% dei ricavi totali di TSMC nel 2019. Questa fetta si aggiunge al 7% che TSMC guadagna annualmente grazie agli altri ordini di produzione della stessa Qualcomm, relativi in questo caso ad altre componenti.

Ma Qualcomm non sarà l’unico cliente principale di TSMC che ha ottenuto anche gli ordini di produzione per il nuovo chip A12 di Apple. Il SoC che alimenterà l’iPhone X del 2018 sebbene non farà parte della dotazione hardware del modello più economico con display LCD.