Honor Play
Honor prevede di raddoppiare gli smartphone gaming con sistema operativo Android dopo il lancio di Honor Play, uno smartphone che abbiamo trovato impressionante e che ha inaugurato la tecnologia GPU Turbo del produttore cinese. A dichiararlo è Zheng Shubao, numero uno del marchio della divisione del Pacifico del Sud.

In una dichiarazione rilasciata a ZDNet, il veterano ha affermato che la scelta di abbracciare il settore del mobile gaming da parte di Honor è una mossa naturale per la società che da sempre sviluppa e produce per i giovani. La creazione di smartphone progettati per offrire esperienze di gioco di qualità è quindi una delle principali priorità di Honor.

 

Honor nella top 5 dei produttori di smartphone: i dispositivi gaming raddoppieranno

Il Razer Phone rilasciato alla fine dello scorso anno ha riacceso questo mercato visto che dopo di lui sono arrivate offerte simili da Xiaomi Black Shark, Nubia e altri produttori. Anche Samsung si dice che stia pensando di realizzare uno smartphone da gioco destinato ad attrarre un pubblico mainstream.

Leggi anche:  Huawei è il secondo produttore al mondo di smartphone

E in effetti il nuovo Galaxy Note 9, un dispositivo con eccellenti prestazioni, è stato sfruttato per presentare al mondo intero la versione Android di Fortnite. Un gioco super popolare che almeno inizialmente sarà disponibile in esclusiva per i soli dispositivi Samsung.

Honor, dunque, non può rimanere a guardare e vuole entrare nella top cinque dei produttori di smartphone al mondo entro la metà del decennio successivo, con Huawei già al secondo posto nel mondo per numero di dispositivi anche se Apple e Samsung dovrebbero superarla per i numeri su base annua.

Honor sta posizionando i suoi dispositivi come alternative più economiche agli smartphone mainstream ma non per questo risparmia su design e caratteristiche tecniche. E il prossimo anno, quando il mercato vedrà tante innovazioni proprio per quello che riguarda estetica e hardware, siamo curiosi di conoscere le novità targate Honor.