5g motorola tim vodafoneMotorola non si ferma e nel 2018 dopo 45 anni di tappe e momenti importanti è il primo produttore a connettere le persone a una rete 5G, utilizzando la tecnologia moto mod. Tim, Vodafone, Wind e Tre intanto continuano l’integrazione del 5G e potrebbero utilizzare proprio Motorola per i primi test.

L’accesso alle reti 5G rafforzerà la connettività mobile e migliorerà in modo radicale l’utilizzo dello smartphone con una velocità fino a 10 volte superiore alla tecnologia wireless attuale, una latenza inferiore e una larghezza di banda superiore. Proprio su questo si baseranno tutte le nuove tecnologie e le nuove reti che verranno integrate dalle compagnie telefoniche come Tim, Vodafone, Wind e Tre.

Il 5G renderà più fluido ed agevole l’utilizzo degli smartphone e consentirà alle aziende di garantire ai propri dipendenti più efficienza e produttività in movimento. Il 5G consentirà di vivere esperienze nuove, mai provate prima sfruttando una rete davvero unica e veloce.

Motorola grazie ai moto mods è la prima sul mercato ad introdurre la tecnologia con il 5G sugli smartphone. Per attivare questa tecnologia la stessa società ha collaborato per anni con Qualcomm utilizzando i migliori modem Snapdragon X50 e componenti a onde millimetriche.

motorola 5GIl Download in 5G: una velocità mai vista

Ogni nostra azione oggi è in movimento, dal consumare un pasto al guardare un film. Oltre il 50% dei millennial preferisce vedere video sullo smartphone. Con la nuova rete 5G mentre ci si sposta per migliaia di chilometri l’ora e si viaggia in continuazione, si potrà scaricare l’ultima stagione del proprio programma preferito in HD in pochi minuti, prima che l’aereo decolli.

Leggi anche:  Passa a Wind: come spendere solo 5 euro al mese e ricevere tanti giga in 4G

Durante gli ultimi Mondiali di Calcio, sono stati effettuati 486 milioni di tentativi per trasmettere le partite ma 93 milioni non hanno funzionato a causa di errori di streaming e tempi di avvio troppo lenti. Su una rete 5G di Tim, Vodafone, Wind e Tre sarà possibile guardare le partite in diretta senza alcun ritardo, evitando la folla e i posti nelle ultime file allo stadio. In futuro, il 5G consentirà anche la realtà virtuale immersiva direttamente da casa.

Il 5G di Tim, Vodafone, Wind e Tre sarà utilizzato anche per studiare

L’88% degli alunni delle scuole medie utilizza almeno una volta alla settimana uno smartphone per svolgere attività scolastiche e il 64% degli universitari lo utilizza per le lezioni. Con la rete 5G e la realtà aumentata gli studenti potranno visitare un monumento storico, rivivere discorsi memorabili o collaborare in tempo reale a progetti con studenti di tutto il mondo.