virus androidPurtroppo, nonostante l’attenzione posta per difendere i nostri device da virus e attacchi informatici,  qualcuno trova sempre un modo per aggirare le barriere e truffare le vittime. Oggi la maggior parte delle persone si fida della tecnologia anche per gestire il proprio denaro. Il web, in generale, grazie alla crittografia e ai moduli di sicurezza, può garantire la protezione delle proprie entrate, ma bisogna comunque prestare attenzione a cosa si clicca e quali link si aprono.

Spesso l’attacco virus avviene tramite email: l’utente ingenuo si fida di un messaggio riguardante il malfunzionamento del proprio dispositivo, che sia pc o smartphone, e concede i propri dati al server che si nasconde dietro la falsa mail. Con questi dati si possono commettere diversi crimini: dal furto d’identità, al torpiloquio, al furto di dati relativi alle carte di credito.

I più buoni di cuore vengono spesso “fregati” da siti Internet che invitano gli utenti a fare donazioni. Questi, i più giovani e chi non ha una forte conoscenza del web, sono le vittime più comuni di questo tipo di truffe. Qualcuno si potrebbe chiedere cosa possa succedere di tanto grave a fornire su un sito i dati della carta di credito durante un acquisto, ma, purtroppo, è da qui che nascono le fregature. Quando si naviga in rete e si forniscono i propri dati, bisogna sempre valutare se la pagina web sia sicura e prendere visione delle informative sulla privacy, accertarsi che non siano false.

 

Virus Android, conti correnti e carte di credito svuotate

Bisogna prestare attenzione anche ai pop-up che si aprono quando entriamo in una pagina web non sicura. Gli utenti devono diffidare da qualsiasi invito al gioco per vincere soldi, per fare delle donazioni o per vedere dei video. Questi virus sono molto pericolosi: danneggiano il dispositivo, riescono ad accedere a foto, chat, video, cronologia, profili sui social e, nel peggiore dei casi, anche ai conti online. Spesso si impossessano della rete a cui il device è collegato, oppure lo sovraccaricano di informazioni fino a rendere inutilizzabili i servizi da esso offerti.

Leggi anche:  Xiaomi MI MIX 3: ecco perché il nuovo top di gamma costerà così poco

Altri virus, come Gooligan, permette agli hacker di prendere possesso di rubare l’utenza dei profili Google e di usarli a proprio vantaggio. Questo tipo di virus si può contrarre attraverso il download di app da store non ufficiali o di file da siti web non protetti.

Nonostante gli informatici che lavorano per Android siano sempre attenti a garantire la sicurezza dei propri clienti, c’è sempre chi riesce ad escogitare una strategia per invadere i dispositivi degli utenti. Purtroppo al giorno d’oggi in uno Smartphone è racchiusa la vita delle persone, dai propri dati ai progetti di lavoro, dalle foto della famiglia ai documenti di ogni tipo. Bisogna assolutamente conoscere i modi in cui gli hacker operano e tenersi sempre aggiornati sulle modalità di truffa. Chi riesce a diffidare dai siti falsi, non privati, non protetti, dai link sospetti, dalle mail di mittenti sconosciuti e a fornire i propri dati il meno possibile, può evitare situazioni di grave disagio come vedersi rubata l’identità o il conto corrente online.

Dobbiamo sempre assicurarci di aver aggiornato il nostro sistema Android, in modo da acquisire sul dispositivo tutte le ultime innovazioni in campo di protezione e sicurezza.