Un nuovo report suggerisce che l’Apple iPhone X 2019 potrebbe caratterizzarsi per la presenza di una configurazione a tre telecamere sul retro. Le informazioni provengono dai colleghi di ET News in Corea, i quali affermano che la terza fotocamera verrà utilizzata per scopi relativi alla realtà aumentata. Altresì, la nuova configurazione frontale, ovvero il sistema TrueDepth, sarà più avanzata di quello attuale.

Jesset Taunch Chippak Korea (JSCK), una società di investimento coreana in Cina, potrebbe sviluppare il sensore aggiuntivo per la tripla fotocamera, e che sarebbe utilizzato per rilevare lo spazio 3D circostante. La società prevede di finalizzare lo sviluppo relativo ai moduli entro l’inizio del prossimo anno, e avviare così la produzione di massa nel secondo trimestre del 2019.

Il rapporto afferma che se il modulo dovesse soddisfare i requisiti imposti da Apple, la società di Cupertino potrebbe dare il via allo sviluppo della tripla fotocamera per il suo iPhone X 2019, che dovrebbe vedere la luce a fine 2019.

 

iPhone X 2019: conferme per la tripla fotocamera

Tra l’altro, questa non è la prima volta che sentiamo di una Apple interessata ad implementare tre fotocamere posteriori su iPhone X 2019. La testata taiwanese Economic Daily News di aprile ha affermato che il prossimo iPhone includerà un trio di obiettivi posteriori da 12MP, come così come uno zoom ottico 5x. L’analista di Yuanta Securities Investment Consulting Co., Jeff Pu, ha confermato di recente questi rumor.

Leggi anche:  Anker Atom PD 1 Power Brick: l'alimentatore economico dalle prestazioni spettacolari

È stato affermato che Apple probabilmente lancerà il suddetto modello di iPhone nella seconda metà del prossimo anno. Lo scorso anno un rapporto Bloomberg ha suggerito che Apple aveva in programma di aggiungere un sensore 3D almeno su almeno modello di iPhone nel 2019, che sarebbe stato utilizzato per fornire funzionalità migliorate di realtà aumentata.

Ciò detto, è innegabile che la configurazione a tripla-fotocamera sia il prossimo step evolutivo dei top gamma; Huawei P20 Pro è stato il primo telefono ad offrire tale funzionalità, e si dice che Samsung Galaxy S10 adotterà anch’esso questa tecnologia.