Samsung Galaxy Note 9, la S Pen
Samsung Galaxy Note 9 verrà presentato tra poco più di un mese: esattamente il 9 agosto nel corso di un evento che si terrà a New York. Il phablet è molto atteso sul mercato e secondo nuove indiscrezioni avrà una S Pen tutta nuova. Una S Pen con connettività Bluetooth che offrirà nuove funzioni rispetto agli attuali pennini Samsung.

Secondo quanto stanno riportando in rete i più vicini a Samsung, questa S Pen oltre alla possibilità di interfacciarsi con lo schermo, permettere di prendere appunti e disegnare direttamente sul display, dovrebbe consentire l’acquisizione di autoscatti a distanza e la riproduzione audio in remoto.

Nel primo caso, per scattare immagini senza toccare lo smartphone basterà premere il pulsante sulla S Pen. Nel secondo, invece, non abbiamo informazioni su come funzionerà la riproduzione ma immaginiamo che possa essere gestita sempre dal pulsante multifunzione sullo stilo.

 

Samsung Galaxy Note 9, le caratteristiche tecniche prima della presentazione

Samsung Galaxy Note 9 è atteso con un design molto simile al modello attuale che Samsung smetterà di vendere una volta che Note 9 arriverà sugli scaffali dei negozi. Il produttore avrebbe interrotto le spedizioni da mesi. La scocca, resistente all’acqua, ospiterà un Infinity Display da 6.4 pollici ancora più luminoso di quello Galaxy Note 8.

Uno schermo con una risoluzione di 2960 x 1440 pixel, dove rivedere le immagini e i video che si potranno acquisire con la doppia fotocamera posteriore o con la cam frontale. La prima sfrutterebbe due sensori da 12 MegaPixel mentre la seconda, un sensore da 8 MegaPixel.

Fotocamere con una stabilizzazione ottica migliore, gestite da un processore Exynos Octa Core da 2.7 Ghz con GPU Mali-G72 MP18 e 6 GB di RAM. La memoria interna a supporto di Samsung Galaxy Note 9 andrebbe da 128 GB a 256 GB. Non è escluso che possano esserci versioni con 8 GB di RAM e 256 GB interni o 512 GB interni.

Il sistema operativo non può che essere Android 8.1 Oreo mentre la batteria sarà generosissima. Un’unità da 4000 mAh che dovrebbe assicurare due giorni di autonomia o 25 ore di riproduzione video alla massima luminosità. Scontata la presenza del supporto alla ricarica rapida così come la presenza di uno scanner di impronte.