mediaset premiumLa Serie A su Mediaset Premium, non è ancora stata pronunciata la parola fine, ma la strada è davvero più che in salita. In queste ore il gruppo di Cologno Monzese starebbe trattando un accordo commerciale con Perform per la trasmissione di alcune partite su una piattaforma ben lontana dal digitale terrestre.

L’acquisizione dei diritti televisivi del massimo campionato italiano non è mai stata tanto sofferta quanto l’anno corrente. Da poche settimane Sky è riuscita a conquistare due pacchetti su tre, cedendone uno a Perform, ottenendo la quasi totale esclusività delle partite della prossima stagione. Come da accordi e stabilito dall’ultimo bando della Lega Calcio, un operatore non potrà mai conquistare in esclusiva tutto il campionato, pertanto, a conti fatti, Sky riuscirà a trasmettere 266 partite in esclusiva (il doppio rispetto all’anno passato), con le restanti cedute anche alla piattaforma Dazn, gestita da Perform.

 

Mediaset premium sta preparando una notizia shock per la Serie A

Mediaset Premium, dopo aver presentato un’offerta base di 200 milioni (ben inferiore alla base d’asta), ha deciso di desistere e lasciare tutto alle concorrenti. La situazione è tutt’altro che chiara, al momento il rischio è di dover sottoscrivere due abbonamenti, dato che Perform si occuperebbe della trasmissione in esclusiva di una partita della domenica alle 15, lo spezzatino e l’anticipo del giorno precedente.

Gli operatori starebbero lavorando sui diritti di ritrasmissione per garantire una visione completa ad ogni consumatore, con un accordo tra Mediaset Premium e Perform riguardante Infinity. Secondo quanto riportato dal Il Sole 24 Ore, l’azienda italiana potrebbe pensare di lanciare un abbonamento stile Netflix con accesso diretto a selezionati match, gironi o addirittura squadre.

Al momento sono solamente indiscrezioni, ma restate connessi, la Serie A potreste vederla su Dazn Infinity, non più su Mediaset Premium.