Samsung è da diversi giorni al centro delle news per via delle varie novità tecnologiche che potrebbe lanciare nell’immediato. Un dispositivo con il numero di modello SM-G8850 è stato certificato sul portale TENAA.

Si tratterebbe del presunto Galaxy S9 Mini che sarebbe dotato di una doppia telecamera posizionata verticalmente sul pannello posteriore. Ora un nuovo video diffuso del dispositivo mostra il design del Galaxy S9 Mini.

Il video è emerso su Slashleaks e rivela il pannello anteriore e posteriore dello smartphone. L’S9 Mini sarebbe una versione più economica e depotenziata dell’S9 ma presenta lo stesso design della sua controparte di fascia alta. Anche se il posizionamento della telecamera posteriore sembra ispirato all’iPhone X, il dispositivo non presenta la famigerata tacca.

Il video rivela anche il sensore di impronte digitali montato sul retro. Il posizionamento verticale della fotocamera posteriore può essere utile per scattare foto, ma lascia anche abbastanza spazio per consentire agli utenti di accedere al sensore di impronte digitali senza toccare gli obiettivi.

Per quanto riguarda le specifiche, lo smartphone è caratterizzato da un display da 5,8 pollici con risoluzione QHD + da 1440 x 2960 pixel. Sarà alimentato da un chipset Snapdragon 660 supportato da 4 GB / 6 GB di RAM. Ci sono anche rapporti che suggeriscono che il dispositivo si chiamerà Samsung Dream-Lite.

 

Samsung lavora ad un S9 economico e si prepara a lanciare il Galaxy Note 9

 

Si tratta però, di una notizia non ancora verificata. Inoltre, non si sa quando potrebbe essere lanciato il telefono. In queste ore non è l’unico smartphone a tenere banco in casa Samsung. In rete infatti, è stato pubblicato un nuovo video che mostrerebbe una mascherina della cover di protezione dello schermo per il Galaxy Note 9, che suggerisce la presenza di uno scanner dell’iride più grande.

Il nuovo scanner potrebbe essere una versione aggiornata e potrebbe migliorare il processo di autenticazione. Samsung non ha modificato l’arrangiamento della lunetta superiore dallo scorso anno. Inoltre, la società starebbe lavorando con una società denominata Isisli Mantis Vision ad un sistema di telecamere 3D.

Samsung dovrebbe però introdurre questa tecnologia solo con i prossimi Galaxy S10 e S10 Plus previsti per l’anno prossimo. Il ritardo nell’implementazione potrebbe essere dovuto al fatto che la società avrebbe bisogno di più tempo per sviluppare una soluzione che non richieda l’utilizzo della tacca. Vedremo dunque, quali saranno le prossime mosse della casa Sud-coreana.