WhatsApp: la truffa del 2018 ruba soldi agli utenti TIM, Vodafone e Wind Tre

WhatsApp impersona l’essenza di tutto ciò che significa messaggistica istantanea, dato che è l’app di riferimento per tutti. Si tratta infatti di una novità che è arrivata ormai da molti anni ed è riuscita a spodestare velocemente i vecchi SMS.

Tantissime persone godono di questa applicazione senza far caso a quale sistema operativo utilizzino, sfruttandone interamente i vantaggi. Ci sono infatti tante funzioni che riescono ogni giorno a sorprendere grandi e piccoli che utilizzano questa fantastica app.

Allo stesso tempo ci sono però tanti pericoli dietro l’angolo, e tra questi soprattutto tante truffe ingannevoli che circolano liberamente. Una di queste starebbe imperversando proprio in queste ore a danno di tante persone.

WhatsApp, la multa che colpisce tante persone: ecco la verità

Le persone toccate dalla truffa posta in essere, hanno dichiarato che questa porterebbe tanti problemi. Ciò che lascerebbe esterrefatti è proprio la gravità della situazione, dato che il messaggio porterebbe via dei soldi.

Leggi anche:  WhatsApp: truffa agli utenti BNL e Unicredit tramite TIM, Vodafone, Tre e Wind

L’obiettivo non dichiarato della truffa sarebbe quello di raggiungere gli utenti mediante una catena di Sant’Antonio. Lo scopo è quello di rubare soldi dalle carte di credito o dal credito residuo promettendo dei buoni gratis utilizzabili sul noto sito Amazon.

C’è un messaggio di testo seguito poi da un link che aprirà automaticamente una pagina internet da compilare con dati di vario genere, compresi quelli delle carte di credito.

Tante persone, fidandosi ciecamente di WhatsApp, hanno compilato il tutto con i propri dati ma poi hanno dovuto constatare l’accaduto. Ecco infatti svariate decine di euro sottratte da conti e credito residuo.

Il nostro consiglio è sempre lo stesso, ovvero quello di non fidarvi di tali messaggi che vi arrivano tramite WhatsApp dato che non esistono situazioni del genere.