eelo
eelo è un sistema operativo open source senza app di Google

Il sistema operativo Android di Google è di tipo open source, ma la maggior parte degli smartphone basati su di esso integrano una mole spropositata di applicazione proprietarie di Mountain View, tra cui Google Play Store, Gmail, YouTube e Google Maps.

Ora, il fondatore di Mandrake Linux Gaël Duval ha deciso di creare un nuovo fork di Android chiamato eelo, che utilizza il un codice sorgente libero e aperto.

 

Eelo è ancora un work in progress, e allo stato attuale è fondamentalmente un fork di LineageOS, la più famosa e diffusa custom ROM realizzata dal team di CyanogenMod; nella fattispecie, eelo utilizza un launcher personalizzato ed una suite di applicazioni open source.

Il piano è quello di sostituire i servizi di Google con alternative open. Ad esempio, OpenStreetMaps sarà utilizzata al posto di Google Maps, Google Drive verrà rimpiazzato con NextCloud o OwnCloud; al posto del Google Play Store, eelo utilizzerà F-Droid e APKPure.

Leggi anche:  Android 9.0 Pie: ecco quali Samsung, Xiaomi, Huawei e Sony riceveranno l'update

Eelo vuole porre fine al monopolio di Google in campo Android

Questo non sarebbe il primo tentativo di realizzare un sistema operativo Android libero ed indipendente da Google, basti vedere Cyanogen Inc. Come dimenticare poi Replicant, un progetto che punta alla rimozione di tutto il codice proprietario da Android – sebbene lo sviluppo proceda a rilento; Replicant 6.0 è stato rilasciato all’inizio di quest’anno, ed è ancora basato su Android Marshmallow.

In ogni caso, non è chiaro cosa effettivamente rappresenti eelo, poiché – ora – è possibile installare su tantissimi device LineageOS senza il Play Store. Qualora foste interessati a sostenere e / o seguendo il progetto, c’è già in essere una campagna su Kickstarter.