WhatsApp: il pericolo è grande, ecco il messaggio che prosciuga la carta di credito

Capita, talvolta, di essere bloccati su WhatsApp. Nella maggioranza dei casi quando ciò accade significa che si è fatto o si è detto qualcosa di brutto nei confronti di un nostro contatto. In altre situazioni, invece, il blocco è solo un comodo espediente per scherzare con un amico o con una persona molto confidente.

Come parlare su WhatsApp con chi ci ha bloccato

Al blocco di WhatsApp non c’è rimedio. Una volta che si è decisi a sanzionare un contatto, questo non può più contattarci e non può cercare di parlare con noi attraverso la chat.

Esistono però delle scappatoie. Una di queste scappatoie riguarda le telefonate tramite la piattaforma.

Come tutti sapete, da molti mesi a questa parte, WhatsApp ha introdotto le chiamate vocali attraverso la connessione dati. Quando un utente bloccato prova a telefonarci non riesce in maniera automatica ad avere una nostra risposta.

Leggi anche:  Whatsapp eliminerà tutti nostri dati con il nuovo aggiornamento: come salvare tutto

Di solito si presentano questi tre casi: chiamata con squillo ma senza risposta, primo squillo e poi silenzio, segnale di occupato in tutti i momenti della giornata.

Nascondere il numero di telefono

Chi è stato bloccato, però, può riuscire a telefonare ad un contatto utilizzando un espediente molto semplice da mettere in pratica. Tutto ciò che occorre fare è seguire questi passaggi nel menù Impostazioni

Impostazioni -> Impostazioni chiamate -> Altre impostazioni -> ID chiamante -> Nascondi numero.

Una volta nascosto il numero quando proveremo a chiamare chi ci ha bloccato su WhatsApp provvederemo ad effettuare una telefonata anonima. Il destinatario cioè non riuscirà a vedere il numero in entrata. Il gioco è così servito.