Google Maps

Da un po’ di tempo a questa parte Google ci ha abituati a grandi cose per la sua celebratissima piattaforma di navigazione, Maps. Il servizio attualmente rappresenta una delle app più popolari a livello mondiale.

Google sbaglia ad inquadrare i pianeti

Come vi abbiamo raccontato nelle giornate precedenti, il funzionamento di Maps non si limita ora solo al nostro pianeta, ma si estende anche al Sistema Solare. Google, infatti, ci consente, stando comodamente seduti sulla nostra poltrona, di “visitare” in maniera virtuale corpi celesti (pianeti e satelliti) limitrofi alla Terra.

Su Maps è possibile farsi un giro sulla Luna, su Marte, su Giove e da poco ci si può spingere sino ai confini del Sistema Solare andando addirittura su Plutone. Tutto molto bello, quindi. Non fosse che qualcosa non va.

Leggi anche:  Come impedire a Google di localizzare la nostra posizione in modo permanente

Alcuni scienziati ed astronomi nelle scorse ore su Twitter hanno pubblicato delle foto rappresentati degli errori di Google nella scrittura delle cartine dei pianeti extraterresti. La rinomata esperta Emily Lakdawalla ha sottolineato numerosi abbagli per quanto concerne Marte. Altri esperti, invece, hanno trovato delle sviste addirittura sulla Luna!

Non sappiamo quali siano le cause di tali imprecisioni di BigG, ma l’azienda non si è fatta pregare. A Mountain View hanno accettato con garbo le critiche ed hanno già promesso di modificare nel corso delle prossime settimane tutte le cantonate prese.