lg watch urban

Amate gli smartwatch? ebbene allora sappiate che LG ha ufficialmente presentato al MWC2015 un nuovo interessante dispositivo: il LG Watch Urban (e LTE). Uno smartwatch senza Android Wear (già LG lo aveva annunciato), ma con un sistema operativo proprietario, forse basato su WebOS, ideato ad hoc per il terminale. Grazie all’apporto dei nostri inviati, eccovi in anteprima il LG Watch Urban. 

LG Watch Urban: la nostra anteprima dal MWC 2015

Gli smartwatch sono un settore in continua evoluzione, dopo aver visto da vicino il Sony Smartwatch 3 SWR30, il Wiko Watch e molti altri activity tracker; direttamente dalle sale del Mobile World Congress di Barcellona, LG ha ufficialmente presentato al mondo un nuovo dispositivo: il suo nome è LG Watch Urban e, nello specifico, è un vero e proprio smartwatch super elegante.

L’intenzione dell’azienda è chiaro: proporre un terminale che deve essere il più simile ad un orologio reale. Per questo l’azienda ha deciso di lanciare due differenti versione: LG Watch Urban (un prodotto ‘liscio’ e con linee sinuose) e LG Watch Urban LTE (linee più ruvide, quasi una versione maschile dello smartwatch).

Leggi anche:  Apple alla ricerca di un altro produttore di display OLED: LG troppo lenta

La prima cosa che balza all’occhio è l’assenza di cinturini intercambiabili, pertanto non potrete sbizzarrirvi con grandi personalizzazioni; l’unica effettivamente disponibile, ricordando che l’antenna è integrata direttamente nel cinturino, sarà quella di scegliere il quadrante e abbellirlo come meglio credete.

Oltre a questo l’LG Watch Urban LTE presenta praticamente tutto: NFC, bluetooth, GPS e tutte le app possibili immaginabili. Forse troppo? può darsi, ma ora non ci resta che mostrarvi il funzionamento dell’LG Watch Urban LTE e sperare che arrivi anche in Italia.