Google

Molti rumors dicono che Google stia riorganizzando Google+ e ciò comporterebbe la separazione tra quest’ultimo e “Foto”. Questa mossa potrebbe far aumentare la condivisione delle foto. Vediamo perché.

Divorzio imminente?

Ebbene si. Google starebbe riorganizzando il suo social network Google+ e tra i progetti ci sarebbe in programma un “divorzio” tra quest’ultimo e il servizio “Foto”. Con questa mossa, ossia rendendo “Foto” autonomo,”Big G” potrebbe aumentare la condivisione di foto in upload, facendo concorrenza a Facebook, Instagram, Flickr e Twitter.

Con tale mossa, la feature delle foto di Google+, dotata di una serie di filtri e personalizzazioni che permettono di modificare liberamente le proprie foto, diventerebbe autonoma. Il servizio diventerebbe un prodotto separato e gli utenti non dovrebbero neanche accedere obbligatoriamente con un account Google.

In questo modo gli utenti sarebbero messi nelle condizioni di condividere molto più facilmente il loro scatti, senza che si passi da Google+, magari perché non si possiede un account proprio.

Leggi anche:  Android: 2 applicazioni impressionanti solo per oggi in offerta Gratis sul Play Store

Non è nuova la strategia con cui “Big G”  sta separando i suoi servizi più grandi in applicazioni ridimensionate. Ad esempio Google Drive funziona attraverso Docs, Sheet e Slides.

Alcune fonti dicono che il servizio continuerebbe a funzionare anche con gli utenti del social network della società.

Come sappiamo nelle più recenti versioni di Android è presente l’applicazione dedicata “Foto” di Google+. Si spera che con la futura separazione dei servizi vengano alleggerite e ridimensionate anche tutte le varie applicazioni consigliate evitando di fare confusione.

In passato Google ha anche acquisito Snapseed, ottimo foto-editor che potrebbe aiutare gli utenti a rendere unici i propri scatti.

Vi lasciamo al link al Play Store di Google+ al quale potete accedere anche dal badge sottostante.

get

E voi usate Google Foto? Vi dispiacerebbe questa separazione?

[Via]