stampante 3d

 


La rivoluzione nel settore della stampa è rappresentato dalle rivoluzionarie stampanti 3D. Adesso anche HP ha deciso di lanciare finalmente la sua nuova stampante 3D, denominata HP Designjet 3D.

Così, anche Hewlett-Packard è andata ad aggiungere il proprio nome a quello delle aziende che stanno puntando sul business delle stampanti 3D. Questi prodotti hanno iniziato a circolare già da un paio d’anni, rendendosi così sempre più appetitose per le aziende desiderose di seguire l’onda della tecnologia e anticipare il futuro. 

Finora HP non si era mai addentrata in questo nuovo settore, forse perchè semplicemente aveva preferito rimanere in attesa di vedere se ci fossero davvero buone probabilità di successo dal punto di vista del marketing di questa idea innovativa. Adesso però HP ha deciso di buttarsi nella mischia, lanciando la sua nuova stampante 3D. Nella verità, la società ha rilasciato due stampanti, non solo una, anche se c’è solo una leggera differenza tra di loro. Fondamentalmente, una di queste stampanti permette di produrre articoli solo nel colore avorio, mentre l’altra permette alle persone di scegliere tra otto colori (la voce di stampa 3D però è ancora in bianco e nero).

La stampante HP Designjet 3D costruisce oggetti di plastica uno strato alla volta, il che significa che tutti gli oggetti stampati in 3D vengono costruiti da un unico pezzo. Data la dimensione della stampante, dovrebbe essere possibile costruire pistole, esoscheletri e altri prodotti relativi alla salute, non solo ingranaggi, giocattoli, tazze e figurine. Purtroppo, i consumatori non saranno in grado di acquistare una di queste stampanti, a meno che non abbiano a disposizione $ 17.000 / € 12.300 – 17.000. Esistono, comunque, sul mercato anche delle alternative (certamente di fascia bassa) come MakerBot 1000, prezzata a 1000 $ / € 724.

[Via]