whatsapp-windows-phone-8-app-out-0

 

Negli ultimi giorni, il famoso programma di messaggistica istantanea Whatsapp, invece che diventare a pagamento, stava beneficiando dei fortunati utenti di licenze illimitate gratis.

La popolarissima applicazione diventata ormai una costante su tutti gli smartphone, negli ultimi tempi ci ha permesso di risparmiare notevolmente sullo scambio di messaggi istantanei, grazie ad un efficiente servizio gratuito.

Esso però non è destinato a rimanere tale, dal momento che dopo 1 anno, per i dispositivi Android, è previsto il pagamento di una simbolica cifra pari a 0,79€ per il rinnovo annuale della licenza.

Negli scorsi giorni, però, alcuni fortunati utenti hanno ricevuto dei messaggi di notifica nei quali gli veniva reso noto il rinnovo gratuito della loro licenza fino al 1974 o il 2110.

Date alquanto strane, infatti tutta questa vicenda si è rivelata essere causata da un bug nel sistema di Whatsapp, che è stato però risolto dall’aggiornamento di pochi minuti fa.

Nell’aggiornamento 2.9.378 viene infatti specificato che, per continuare ad utilizzare il servizio dopo la scadenza della propria licenza, la si dovrà rinnovare tramite il pagamento in-app.

Nessun regalo post-natalizio, quindi, da parte di Whatsapp che continuerà a richiedere un pagamento, seppur irrisorio, per utilizzarlo dopo il periodo di prova del primo anno. Peccato solo non essere stati tra i fortunati beneficiari del bug generoso!

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”