La funzione deludente delle mappe, è sicuramente ciò che più ha deluso nella presentazione del nuovo iPhone.

Dal momento che la Apple ha voluto fare a meno di Google Maps ci si attendeva un servizio almeno paritario, e invece il risultato è stato un flop clamoroso. Per porre rimedio a questa situazione vi abbiamo già parlato circa della possibilità che l’App Store possa ricomprendere nei suoi contenuti (store) l’affidabile servizio di mappe di Google.

Dopo le prime reazioni, che uniscono delusione all’ironia, la società di Cupertino ha voluto chiarire la situazione, affermando che si tratta di errori di gioventù. E’ la prima volta, infatti, che la Apple produce un programma cartografico, il quale peraltro è solo una delle oltre 200 novità di iOS 6.

 

 

Le dichiarazioni testuali sono state:


Abbiamo lanciato questo nuovo servizio cartografico sapendo che è un qualcosa di grosso e con esso siamo solo agli inizi. Tra le oltre 200 novità rese disponibili con iOS 6 agli utenti di tutto il mondo è presente anche Mappe, il nostro primo servizio di quel genere”