Huawei, il brevetto dello smartphone pieghevole

Huawei è intenzionata a prendere il posto di Samsung nel podio dei più importanti produttori di smartphone al mondo. Le due aziende, insieme ad Apple, si fanno la guerra ormai da qualche anno con Huawei che continua a recuperare quote di mercato. E per non farsi mancare nulla, Huawei avrà anche il suo smartphone pieghevole.

LEGGI ANCHE: AGCOM diffida Vodafone: non è giusto che gli utenti paghino l’hotspot

Il produttore cinese ha depositato un brevetto che descrive proprio uno smartphone con un display flessibile che, attraverso uno speciale meccanismo di chiusura, permette al dispositivo di chiudersi su se stesso. Il brevetto è stato pubblicato oggi e descrive un implementazione ormai comune a molti produttori, o quasi.

Huawei, come funziona il suo smartphone pieghevole con display flessibile

Sulla scia di quanto mostra la proprietà intellettuale visibile da tutti a questo indirizzo, lo smartphone pieghevole di Huawei ha un solo display. Un unico pannello che è caratterizzato per la presenza nella parte centrale di una speciale cerniera. Questa a differenza di come è stata concepita dalle altre aziende è parte integrante dello schermo.

La cerniera a sua volta comprende una struttura di supporto morbida e una struttura di supporto rigida a sezione triangolare integrata nella prima. Una progettazione che, assicurano gli ingegneri cinesi tra le note del brevetto, consente di sfruttare il meccanismo pieghevole di frequentemente senza avere problemi o riscontrare strani rumori.

Lo smartphone pieghevole, dunque, in posizione aperta avrà un aspetto simile ad un tablet mentre in posizione chiusa a quello di uno smartphone normale. Peccato solo per lo spessore che dall’immagine allegata al brevetto non sembra dei più sottili; almeno per il momento perché ricordiamo che si tratta esclusivamente di una proprietà intellettuale.

E come tutti i brevetti depositati dai produttori non è detto che questo venga realizzato. In realtà i motivi per farlo sono molti: ostacolare Samsung ed il suo Galaxy X e soprattutto fornire qualcosa di innovativo alla propria clientela. E poi l’anno scorso, Richard Yu, CEO di Huawei, ha riferito a CNET che la società sta sviluppando uno smartphone pieghevole.

Il prototipo, aveva detto, non è ancora definitivo, in quanto c’è un piccolo spazio tra cerniera e display ma aveva aggiunto anche che l’anno prossimo sarebbe cambiato tutto. Non abbiamo idea di quanto Huawei possa fornire qualcosa di concreto ma a questo punto potrebbe farlo da un momento all’altro cogliendo di sorpresa l’intero mercato mobile.