Bitcoin
Bitcoin

Sembrerebbe che la discesa dei prezzi della criptovalute, Bitcoin più di tutte, non sembra intenzionata a fermarsi. La regina delle monete virtuali ha toccato il valore più basso, circa 8.700 dollari, da quando aveva raggiunto quello record di 19.500 dollari a token. Al momento il prezzo è risalito, ma non abbastanza da superare i 9.000 dollari. Come qualche settimana fa, molte delle criptovalute hanno subito perdite di valore in percentuale a due cifre. Nello specifico Bitcoin ha perso il 12% nell’arco di una giornata, il 55% rispetto al 16 dicembre.

Soliti problemi per le criptovalute

Questo ennesimo declino dei prezzi è figlio delle sempre più crescenti preoccupazioni che vedono in questo particolare mercato terreno fertile per truffe e altri comportamenti discutibili. Ovviamente questi comportamenti non sono relativi ai soli Bitcoin, ma essendo la valuta più diffusa e famoso è ovvio che subisce maggiormente.

La prima batosta della settimana è arrivata da Facebook con l’annuncio che spiega come abbiano intenzione di limitare gli annunci di criptovalute su tutte le piattaforme della compagnia, che sia Facebook, Whatsapp o Instagram. Un portavoce del social network ha affermato che non vogliono che gli utenti incappino in eventuale truffe o inganni legati alle criptovalute.

Leggi anche:  Cryptominer e Malspam, gli hacker utilizzano malware per minare Bitcoin ed Ethereum

Sempre questa settimana, la Securities and Exchange Commission ha annunciato che stava bloccando un progetto che avevo lo scopo di creare una criptovaluta chiamata AriseBank. Con l’uso dell’immagine di un noto pugile sono stati raccolti più di 600 milioni di dollari, ma la SEC ha fermato il tutto in quanto sembrava essere fraudolento.

L’ultimo avvenimento che ha destabilizzato ulteriormente il valore delle criptovalute proviene da una in particolare, il Tether. Si tratta di una moneta virtuale fortemente ancorata al dollaro che può essere cambiata, appunto, in dollari in qualunque momento. L’idea era questa e stava funzionando, ma ultimamente il Tether sta trovando difficoltà ad avere accesso al sistema bancario. Molti usano questa moneta per comprare i Bitcoin quindi un problema col primo provoca un effetto negativo anche sul secondo.

Chissà cosa le prossime settimane riserveranno alle criptovalute.