jdiSolo alcuni giorni fa abbiamo dato conto dei preparativi per il debutto di VIVO X20 Plus UD, il primo smartphone al mondo con lettore di impronte digitali sotto lo schermo. La sua tecnologia è stata presentata durante il CES 2018 e, per molti aspetti è restrittiva, essendo compatibile solo con i dispositivi con pannelli OLED (ovvero i più costosi sul mercato).

La buona notizia è che, a quanto pare, qualcosa di simile sta arrivando anche negli smartphone con prezzi più convenienti. Il produttore di LCD globali Japan Display Inc. ha appena annunciato una tecnologia che consente il posizionamento di un lettore di impronte digitali sotto un pannello LCD.

Le sue caratteristiche

La differenza di questa proposta è dovuta alla presenza del sensore digitale nel display stesso, come una sorta di pulsante capacitivo. Questo riprende sostanzialmente la stessa funzionalità presentata nel modello per gli schermi OLED.

Secondo l’azienda, il “sensore di impronte digitali capacitivo di vetro di JDI applica la tecnologia di base della funzionalità touch integrata ai monitor Pixel EyesTM in cellula, utilizzati negli smartphone e nelle fotocamere digitali. Con Pixel EyesTM, la funzionalità touch è integrata nel substrato di vetro, rilevando le variazioni di capacità che si verificano quando un dito tocca la superficie dello schermo LCD. Il substrato di vetro identifica l’area toccata dal dito rilevando i cambiamenti di capacità“.

Con la nuova tendenza dei display OLED e la crescente ricerca di questo tipo di schermo, si stanno generando sempre più problemi che coinvolgono la sua disponibilità. Un’alternativa, dunque, sarà molto gradita. Specialmente per coloro che non possono acquistare, ad esempio, uno smartphone nella fascia di prezzo di iPhone X o LG V30.

Si prevede che il prodotto faccia il suo effettivo debutto entro la fine di marzo 2019. Il che significa che i primi dispositivi tecnologicamente avanzati raggiungeranno il mercato solo il prossimo anno.