Con l’avvicinarsi delle feste tutti diventano un po’ più spendaccioni, anche le grandi compagnie. Apple, forse inebriata dallo spirito natalizio, ha appena investito 390 milioni di dollari in una compagnia chiamata Finisar. L’investimento, a detta dell’azienda, servirebbe per aumentare i posti di lavoro tra i produttori americani.

Le motivazioni

Ovviamente, neanche a dirlo, dietro questa mossa c’è di più che della semplice filantropia. Questa compagnia è infatti specializzata nella produzione di laser a superficie verticale a emissione di cavità (VCSEL).

Attualmente Apple sta usando la tecnologia laser per potenziare e migliorare la tecnologia dietro Face ID, gli Animoji, i Selfie verticali e persino per il sensore di prossimità degli AirPod. Il laser in uso è proprio della Finisar che ha in programma di aprire un nuovo stabilimento di produzione in Texas per creare i VCSEL tanto cari ad alla mela.

L’operazione potrebbe anche confermare la notizia che Apple stia lavorando alla creazione di un sensore 3D basato su laser per gli iPhone del 2019. Questo tecnologia dovrebbe comparire sulla parte posteriore degli smartphone e permetterà una migliore accuratezza nella misurazione di profondità nelle applicazioni della realtà aumentata.

Leggi anche:  iPhone X: il Face ID svela un altro problema, utenti infuriati

Questo è solo l’ultimo degli investimenti della compagnia. Recentemente ha speso 200 milioni di dollari per sostenere gli sforzi di produzione del fornitore di vetro Corning. La compagnia sta anche pensando sempre di più di spostare parte del settore manifatturiero degli smartphone negli Stati Uniti. Di per se non è una novità in quanto avevano già sperimentato questo sistema con i Mac Pro. E l’acquisto di Shazam cos’è se non un investimento?

Chissà quali altri progetti per il futuro la compagnia della mela ha in serbo.