Le polemiche sulle bollette ogni 28 giorni non sembrano destinate a placarsi. Proprio stamattina vi parlavamo del super guadagno delle aziende di telefonia. La situazione, a quanto pare, è destinata a cambiare definitivamente. Tim è pronta a trovare un accordo

Bollette 28 giorni: accordo TIM

Le notizie relative alla vicenda si sono susseguite rapidamente nel corso delle settimane. Inizialmente era stata diffusa una fake news, secondo la quale TIM sarebbe stata propensa ad offrire un rimborso a tutti gli utenti.

Notizia prontamente smentita dall’operatore telefonico (ne abbiamo parlato qui), la vicenda si è evoluta, invece, in qualcosa di quasi ufficiale. Stando ad alcune dichiarazioni trapelate da dirigenti Asstel (l’associazione che gestisce gli interessi degli operatori di telecomunicazioni), TIM è pronta a trovare un accordo con il governo. Nel corso della giornata di giovedì, infatti, si è tenuto un incontro tra il ministro Carlo Calenda e l’amministratore delegato di TIM Amos Genish.

Al momento non è possibile conoscere tutti i dettagli in merito, tuttavia, la scelta dell’azienda nazionale di fare un passo in avanti è lodevole. Indubbiamente pensare che simili realtà guadagnino oltre 1 miliardo di euro (ne abbiamo parlato qui) speculando sulle nostre bolle, non può che far rabbia.

Per questo motivo la vicenda è tanto seguita, tutti noi vorremmo tornare a pagare come un tempo, ma sopratutto cercare di risparmiare il più possibile in ogni singola cosa.

Speriamo si possa risolvere il tutto nel più breve tempo possibile.