Xiaomi Mi Note 3
Xiaomi Mi Note 3 è il nuovo terminale dell’azienda cinese

Xiaomi Mi Note 3 è stato ufficializzato da qualche settimana. Ancora prima di avere la possibilità di provarlo, ecco che dalla Cina arriva il primo teardown del terminale. In pratica un utente ha smontato lo smartphone per poter accedere alla parte interna e osservare la disposizione interna dei componenti.

Una volta tolta la cover posteriore, non senza difficoltà a causa della presenza massiccia di colla, si può notare un classico Three-Stage Design. Questa suddivisione interna lo rende simile a quasi tutti i terminali presenti sul mercato, quindi relativamente semplice da smontare.

Una nota positiva riguarda la cura al dettaglio. Quasi tutti i chip sono coperti da una piastra di metallo per una migliore dissipazione. Questo dimostra come Xiaomi, anche sui terminali di fascia media, cerchi di offrire un’esperienza di utilizzo da top di gamma.

xiaomi mi note 3
Ecco come appare lo smartphone totalmente aperto

Ricordiamo che Xiaomi Mi Note 3 è un terminale di fascia media dotato di un display da 5.5 pollici con risoluzione FullHD da 1920 x 1080 pixel. Il System on a Chip è un octa-core Qualcomm Snapdragon 660 a 64-bit accompagnato da 6GB di memoria RAM e 64GB / 128GB di memoria interna.

Leggi anche:  Android Go, i primi smartphone debutteranno al MWC 2018

Sono presenti inoltre due fotocamere posteriori 12 megapixel. A bordo troviamo Android Nougat 7.1 e l’interfaccia proprietaria MIUI 9. Il sensore di impronte digitali è posto nella parte frontale e insieme alla batteria da 3,500mAh conclude la dotazione hardware.