Apple è stata fin dal primo device lanciato, leader nel settore degli smartphone, grazie alle vendite consistenti di iPhone nel corso dei 10 anni. La dipendenza dell’azienda su questo dispositivo, però, potrebbe diventare un problema.

Apple vende tanto nel settore smartphone, ma non cresce negli altri ambiti

 

Negli ultimi anni, la velocità con cui si è sviluppata la vendita dei nuovi iPhone è rallentata notevolmente, fino a toccare una percentuale molto bassa nel 2016. Con il prossimo iPhone pronto ad essere annunciato, però, la societàpotrebbe andare incontro ad un altro periodo di crescita delle vendite grazie all’innovazione che finalmente porterà sul suo terminale. Ma visti i prezzi di lancio, non è detto che questa crescita possa essere così esponenziale. Si prevede che il 2018 vedrà la crescita del fatturato più elevata di sempre, ma ciò si ridurrà notevolmente nel 2019 ed entro il 2020 la crescita sarà minima. Infatti, in questo periodo, i servizi di Apple sembrano essere l’unica categoria che vede un aumento continuo del successo, seppur piccolo, accanto alla categoria “altri”, che include prodotti come l’Apple Watch e gli iPod.

Tuttavia, la previsione che il nuovo iPhone di Apple porterà ad un periodo di forte crescita si basa sull’idea che l‘iPhone 8 o X, insieme ai nuovi iPhone 7s e 7s Plus, possa impressionare e quindi vendere parecchio. La linea di iPhone 7s dovrebbe continuare nel solito design, con l’unica differenza che il retro possa essere in vetro, per consentire la ricarica Wireless. Per quanto riguarda l’iPhone 8, il nuovo design a tutto schermo dovrebbe essere la forza trainante delle future vendite. Nuove funzionalità come il riconoscimento del viso ed il supporto alla realtà aumentata, dovrebbero essere percepiti come poca cosa e non determineranno l’aumento di appeal sui nuovi smartphone di Cupertino. La crescita derivante dalle vendite di iPhone non è più affidabile come alcuni anni fa e la società dovrà rifocalizzare i propri sforzi verso altri settori per continuare a crescere positivamente.

Negli ultimi tempi l’azienda si è spinta verso la crescita dei suoi servizi, con l’introduzione di contenuti video originali per gli abbonati di Apple Music, oltre che investendo pesantemente sulla realtà aumentata. Considerato che l’azienda non punta in maniera considerevole sulla pubblicità, almeno non in tutti i paesi, se il prossimo iPhone non riuscirà a sperimentare una crescita delle vendite, il mercato di Apple rimarrà stagnante o addirittura raggiungerà un calo delle entrate, mentre i concorrenti continueranno a crescere sempre più velocemente.

Leggi anche:  Apple potrebbe rilasciare un device da 6.1 pollici economico e senza il notch