Oukitel K4000 Plus, è il recente smartphone super economico prodotto dalla casa cinese. Costruzione solida in plastica, con bordi in metallo, per questo smartphone che bada al sodo. Il prezzo su tutti i canali e-commerce, è inferiore ai 100€. Purtroppo però, non è tutto oro quello che luccica.

Unboxing

Oukitel K4000 Plus è confezionato in un box di vendita estremamente eccentrico: arancio evidenziatore, con le scritte Marca/modello a completarne l’estetica. Aprendo la confezione, ci si imbatte in una dotazione abbastanza completa;

  • Oukitel K4000 Plus
  • Caricabatterie da muro
  • Cavo USB/MicroUSB
  • Cover protettiva trasparente in TPU
  • Manualistica di istruzioni

La confezione ospita un vano che molto probabilmente è occupato dalle cuffie auricolari nei box diretti ai consumatori.

Design e display

Oukitel K4000 Plus è un terminale solido ma decisamente poco maneggevole; i bordi fresati in alluminio migliorano il grip, ma il peso di 220 grammi è eccessivo e ne condiziona la piacevolezza di utilizzo. Le dimensioni di 144,5×71,6×10,8 mm, sono sufficienti per permettere all’utente di raggiungere con una mano tutti gli angoli del display da 5″. Sul retro: scocca in plastica removibile a nascondere il vano per le due SIM e la batteria da 4100 mAh; fotocamera da 8MP con flash LED; speaker di sistema. Il fianco sinistro rimane pulito, a differenza del fianco destro che ospita il tasto Accensione/Spegnimento ed il bilanciere del volume.

Nella parte superiore posizionato esclusivamente il jack audio da 3,5mm, mentre nella parte inferiore è disposto il microfono, poco distante dall’ingrasso Micro USB.

Le cornici frontali molto generose, comprenddono: nella parte alta lo speaker per l’audio in capsula, il LED di notifica, la fotocamera da 2MP ed i vari sensori; nella parte bassa il tasto fisico che incorpora anche il sensore di impronte digitali (non male per uno smartphone low-cost).

A completare l’estetica frontale di Oukitel K4000 Plus, c’è il display da 5″ HD realizzato con tecnologia IPS. Il vetro 2.5D antigraffio a protezione del pannello, è oleofobico e non trattiene le ditate. Lo schermo ha una risoluzione di 1280×720 pixel, con una densità pari a 294. Gli angoli di visuale sono buoni e la luminosotà fatica ad essere sufficiente sotto la luce diretta del sole. La riproduzione dei colori è gestita da MiraVision che consente di ottimizzare la resa cromatica e semplificarne la regolazione offrendo 3 modalità di visualizzazione: standard, vivido e personalizzata.

Batteria, il suo punto forte

La scelta di optare per un display con risoluzione HD, si rivela vincente sotto l’aspetto dell’autonomia. Oukitel K4000 Plus, con i suoi 4100 mAh, riesce a garantire un’ottima durata della batteria anche con un utilizzo più pesante. Con un utilizzo “normalizzato”, riesce ad arrivare a sera con un buon 35/40%. Difficile orientarsi nel Menu Batteria per attivare il risparmio energetico, in quanto l’interfaccia (per questo sottomenu) è in cinese.

Software e hardware

Oukitel K4000 Plus ha un’interfaccia proprietaria (Oukitel OS), basata su Android Nougat 7.0. Come detto in precedenza, non è raro inciampare su ideogrammi cinesi, nonostante la scelta della lingua italiana. Da questo punto di vista si nota il lavoro frettoloso di Oukitel, nel voler esportare uno smartphone non completamente pronto per il mercato italiano; ma non solo. Lo smartphone, durante l’utilizzo quotidiano, è soggetto a rallentamenti, impuntamenti e bug che condizionano la piacevolezza di utilizzo. Uno su tutti – nonostante l’aggiornamento di sistema – è il problema riscontrato durante l’utilizzo del PlayStore: il download e l’installazione di giochi e app, si interrompe o rimane in fase di stallo. Raggirando il problema per testarlo dal punto di vista della giocabilità, si è dovuto procedere tramite un’installazione manuale.

Un fattore che potrebbe rivelarsi interessante (anche se personalmente non riesco ad apprezzarlo) è il Quick Touch: un pulsantino fluttuante che incorpora numerose funzioni rapide. Oltre ai collegamenti rapidi settati da Oukitel (fotocamera, blocco schermo, screenshot ecc.), sarà possibile impostare due funzioni personalizzate: doppio clic>funzione 1; Clic prolungato>funzione 2. Con l’utilizzo del Quick Touch, diventano praticamente inutili le gesture a schermo. Il tasto fisico centrale non è velocissimo nel riconoscimento dell’impronta, ma difficilmente sbaglia; sfiorandolo inoltre, fungerà da tasto indietro.

I problemi di cui sopra, sono da attribuire al software in quanto Oukitel K4000 Plus monta componenti rodate e di sicuro affidamento:

  • MediaTeck MT6737
  • ARM Mali T-720 P2
  • RAM 2GB
  • ROM 16GB (espandibili rinunciando alla seconda SIM)

Oukitel K4000 Plus è dotato di un processore quad-core da 1.25GHz, montato su molti smartphone della stessa fascia di prezzo, che consente una giocabilità sufficiente nei giochi medio-leggeri. Non è uno smartphone pensato per il gaming e lo dimostra la poca fluidità nell’affrontare giochi estremamente pesanti. La memoria interna da 16GB, è facilmente espandibile inserendo la Micro SD nel vano utilizzabile anche dalla seconda SIM. Dotato inoltre di Bluetooth 4.0 e GPS. Manca l’NFC, ma soprattutto del giroscopio: il sensore che rende possibile la visione dei video a 360°. Buona la ricezione telefonica.

Fotocamera

Oukitel K4000 Plus ha una fotocamera posteriore da 8MP che scatta foto in 4:3 alla massima risoluzione. In condizioni di luce ottimale i colori ripresi dal sensore sono ben riprodotti: lo scatto risulterà poco dettagliato, ma la resa complessiva sarà sufficientemente buona (considerando la fascia di prezzo). Peggiora drasticamente in altre condizioni di luce. La fotocamera anteriore da 2MP è di scarsa qualità. Il software è semplice ed intuitivo e consente – oltre a qualche piccola regolazione dei parametri di scatto – lo scatto panorama, bellezza viso e HDR.

Oukitel K4000 Plus registra video in HD di scarsa qualità.

Audio e navigazione

Lo speaker di sistema di Oukitel K4000 Plus sprigiona una potenza sufficiente per effettuare una chiamata in vivavoce, ma la qualità durante l’ascolto di un brano musicale, è bocciata: ha una buona potenza, ma a volume pieno gracchia parecchio e condiziona la piacevolezza in ascolto. Il posizionamento dell’altoparlante non è dei migliori. Sono due i browser preinstallati ed entrambi offrono il minimo indispensabile, dimostrandosi non all’altezza dei concorrenti più blasonati.

Prezzo e considerazioni finali

Oukitel K4000 Plus è disponibile nei vari store online a circa 90€; prezzo onesto considerando il mercato anche se i numerosi problemi software, condizioneranno sicuramente sulla scelta finale. La batteria è il suo punto di forza più significativo, ma anche la presenza del lettore di impronte lo fa’ distinguere dai suoi concorrenti. I limiti più pesanti, sono da accollare alla ROM proprietaria (ancora acerba), alla fotocamera e al peso monstre di 220 grammi! Davvero troppi per uno smartphone da 5″.

Oukitel K4000 Plus

Oukitel K4000 Plus
59

Design e maneggevolezza

6/10

    Display

    6/10

      Hardware

      6/10

        Software

        5/10

          Autonomia

          8/10

            Pro

            • Autonomia
            • Sensore di impronte
            • Prezzo

            Contro

            • Software
            • Peso
            • Video