Facebook

Una minaccia incredibile potrebbe arrivare da Facebook. Secondo indiscrezioni provenienti dagli Stati Uniti il social network sta iniziando a prendere iniziative riguardo quello che sarebbe un vero e proprio spionaggio di massa a fini pubblicitari. L’idea degli sviluppatori del social sarebbe quella di avere accesso a webcam di computer e fotocamere di smartphone per essere sempre al corrente delle reazioni degli utenti.

Entrare all’interno delle particelle fotografiche servirebbe a Facebook per migliorare i suoi introiti pubblicitari. Infatti, riuscendo ad ottenere le immagini dalle camere, la piattaforma riuscirebbe a conoscere le nostre reazioni davanti ad uno o più annunci commerciali. In questo modo il servizio andrebbe ad adattare le pubblicità in base alle nostre esigenze e ad i nostri gusti.

Una mossa del genere, anche se eticamente molto discutibile, porterebbe introiti non indifferenti nelle casse già piene della compagnia di Mark Zuckerberg.

Lo scenario, comunque, avrebbe davvero del macabro. La privacy già attualmente (senza queste ipotetiche scene che ricordano vagamente il romanzo “1984” di George Orwell con il suo “Grande Fratello”) è un problema non indifferente per Facebook. La maggioranza degli utenti, allo stato attuale delle cose, si sentono non sicuri su quella che dovrebbe essere la piattaforma più stabile del mondo vista la portata ed il numero degli iscritti.

Leggi anche:  Instagram ci farà scegliere chi potrà commentare un post: ecco la grande novità del social

Voi cosa ne pensate? Sareste davvero disposti a rimanere iscritti su un social che vi spia costantemente durante il giorno?