Motore di ricerca

Nelle ultime ore gli internauti più attenti ed incalliti avranno sicuramente notato una piccola differenza nel motore di ricerca desktop di casa Google. BigG, da poco tempo, ha rilasciato un aggiornamento per il suo servizio principale, aggiungendo oltre alle funzioni già presenti (Ricerca, ricerca immagini, news, maps, ecc) anche una nuova sezione chiamata “Personale”.

Questa sezione è accessibile solo per gli utenti che sono loggati sul motore di ricerca con il proprio account privato Google. All’interno della pagina, sono infatti contenuti dati personali, non visibili chiaramente al resto dell’utenza.

Tra questi dati che BigG mette a portata di mano troviamo gli appuntamenti memorizzati sul calendario, le Foto salvate nell’apposita app Google Foto, un recap delle ultime mail lette e di quelle da leggere e molto altro ancora come le informazioni anagrafiche del nostro contatto.

L’intenzione della multinazionale californiana è quella di rendere l’esperienza web sempre più personalizzata e di rendere il motore di ricerca un vero e proprio punto di approdo e di partenza per la navigazione internet.

Come chiaramente intuibile, i dati che Google fornisce nella sezione “Personale” sono visibili soltanto all’utente che si è loggato sul sito. Nessun altro potrà essere in grado di scoprire le nostre informazioni private. In questo modo la privacy sarà tutelata nel massimo della riservatezza.