Wind Tre Italia
Maximiliano Ibarra, CEO di Wind Tre, annuncia che i due brand rimarranno separati al livello commerciale per mirare a target diversificati.

 

Ormai è noto a tutti il fatto che Tre Italia e Wind, due dei quattro colossi italiani della telefonia, siano convolati a nozze in una maxi operazione finanziaria che ha creato un colosso senza precedenti nelle telecomunicazioni del nostro Paese. Tutti ci aspettavamo la fusione totale tra i due brand e non sapevamo però se esserne felici o timorosi. Si vociferava di un terzo brand tutto nuovo che avrebbe potuto sopraffare il mercato, i sognatori più sfrenati immaginavano un operatore che potesse sfruttare l’infrastruttura di tre con le offerte convenienti di Wind ma, a ormai alcuni mesi dalla fusione, la realtà è ben diversa da come alcuni se l’aspettavano.

Maximo Ibarra, CEO del gruppo Wind Tre, ha difatti confermato la notizia che riportiamo oggi: Wind e Tre Italia rimarranno due brand separati e distinti che, seppur confluiscano nella stessa maxi azienda, manterranno la propria linea commerciale, puntando a target di mercato diversi.

Tre Italia sarà un brand orientato verso il pubblico più giovane, sul mobile e sull’innovazione digitale, mentre Wind rimarrà un brand family oriented, concentrato maggiormente sulla convergenza tra fisso e mobile. I due marchi saranno una cosa sola solo per quanto riguarda le aziende, difatti, in questo settore, Wind Tre disporrà di una rete unica che porterà dunque i clienti Tre a poter accedere alla rete Wind 2G/3G già da maggio, e 4G da luglio.

La strategia è volta a sfruttare il nome che i due brand si sono costruiti nel corso degli anni, migliorandoli ulteriormente. Il fatto acquista senso anche nell’ottica di una nuova strategia commerciale, in quanto, i clienti affezionati dell’uno o dell’altro marchio preferiscono il miglioramento delle condizioni attuali piuttosto che uno stravolgimento che potrebbe lasciarli disorientati.

Per quanto riguarda il settore della telefonia fissa, Maximo Ibarra ha aggiunto che l’accordo stipulato tra Wind Tre ed Enel Open Fiber sarà in grado di offrire ai clienti una banda ultra larga tramite la tecnologia ‘Fiber to The Home‘, in tutte le città coperte da Enel. Al momento le città coperte sono solo quattro: Perugia, Milano, Bologna e Torino ma, entro fine anno, Wind Tre promette di coprire 2,2 milioni di famiglie con l’obiettivo di arrivare a 3,8 milioni entro la fine del prossimo anno.