intelligenza artificiale
L’IA di Google sorprende i medici

L’intelligenza artificiale sviluppata da Google, Alphabet, è in grado di rilevare se un paziente ha il cancro più velocemente di quanto non faccia un medico specializzato, prendendo come valido aiuto l’analisi di campioni di tessuto biologico.

La rilevazione delle metastasi è fatto attualmente dai patologi che analizzano grandi quantità di tessuto biologico. Si tratta di un processo lungo e vulnerabile agli errori“, spiega Google nello studio che pubblica il lavoro svolto in questo campo per la sua IA. Più interessante è il fatto che questa tecnologia di analisi è stata progettata come un primo passo per l’uso delle auto autonome, sulle quali è necessario analizzare rapidamente la strada alla ricerca di ostacoli.

Nonostante i buoni risultati ottenuti nell’analisi delle metastasi da parte dell’intelligenza artificiale di Google rimane comunque improbabile che questa possa sostituire i medici e gli esperti in un prossimo futuro. Inoltre, l’IA di Google è stata in grado di rilevare il 92,4% di tutti i tumori, mentre l’analisi completa di un medico può raggiungere solo il 73,2%. Risultati davvero notevoli ma, certamente, ancora nascondono una possibilità che questa possa affiancarsi agli esperti oncologi. E, sicuramente, non sostituirli.