Il fatto che la realtà virtuale sia ormai un trend dominante nel mercato smartphone è cosa ormai nota. Le varie aziende produttrici stanno pesantemente investendo in quest’ambito, spesso accoppiando in fase di vendita i visori VR agli stessi smartphone. Non deve dunque stupire se un’azienda come Asus abbia in programma di entrare in questo settore.

Stando infatti al documento rilasciato dalla stessa azienda taiwanese in occasione dell’incontro con gli investitori, apprendiamo come Asus sia in procinto di lanciare un visore VR stand-alone nel corso del 2017. Non solo, ma è stata diffusa anche una primissima immagine del dispositivo, che ci permette di conoscerne il design.

Esteticamente siamo molto vicini ai visori Daydream di Google che però, come ricorderete, necessitano di un dispositivo esterno per poter funzionare. Questo di Asus invece, che dovrebbe essere denominato “AIO VR”, sarà in grado di lavorare autonomamente, senza necessità di essere accoppiato, ad esempio, ad uno smartphone.

Leggi anche:  ASUS ZenFone Max Plus (M1) ufficiale: design, specifiche e prezzo

Tra l’altro, la dicitura “AIO” fa pensare che ci possa essere una qualche integrazione con i PC dell’azienda taiwanese, ma si tratta comunque di un dettaglio tutto da confermare. Tra l’altro, non è escluso che possa essere possibile un accoppiamento anche con gli Zenfone.

Nessun dettagli è stato rilasciato invece in merito alle specifiche tecniche. I tempi sono comunque maturi per un netto salto di qualità in termini hardware, soprattutto rispetto ai visori visti durante il 2016 (salvo qualche eccezione).

Prime indicazioni importanti potrebbero arrivare durante il Mobile World Congress, anche se questo AIO VR dovrebbe essere svelato ufficialmente durante le festività natalizie del 2017. Staremo a vedere.