Samsung Galaxy Note 7
Il prossimo 23 gennaio Samsung annuncerà finalmente le cause scatenanti delle esplosioni di Note 7, riuscirà a riconquistare la fiducia degli utenti?

 

Un paio di settimane fa avevamo annunciato la conclusione delle investigazioni da parte di Samsung sul noto problema che portava i Galaxy Note 7 a bruciare o addirittura ad esplodere. Il caso, che ha fatto scalpore durante il 2016, ha visto una serie di dispositivi causare danni più o meno gravi a cose e persone a causa di un evidente problema con la batteria. Ci siamo interrogati più volte nella ricerca di una possibile causa ed eravamo giunti alla conclusione che i problemi potessero essere principalmente due, o la batteria in sé per sé, costruita probabilmente con standard qualitativi bassi o addirittura sbagliati, o un problema strutturale dato dal case dello smartphone troppo stretto sulla batteria che, a contatto con la superficie metallica, una volta scaldata ed espansa, portava all’autocombustione e all’esplosione. 

Samsung oggi ha confermato che l’annuncio ufficiale in merito ai problemi di Note 7 verrà divulgato il prossimo 23 gennaio. Secondo un recente report di Reuters, il gigante sudcoreano è giunto alla conclusione che il fiasco sia causato, ma guarda un po’, dalla batteria. Apparentemente ciò che Samsung potrebbe annunciare lunedì prossimo sarà volto a placare gli animi sia in azienda che tra gli utenti. Il danno di immagine provocato all’azienda da questo vero e proprio fiasco che prende il nome di Galaxy Note 7 è stato a dir poco disastroso, le perdite economiche sono state ingenti e gli utenti, dal canto loro, hanno perso parte della fiducia che riponevano nel marchio.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S9, le ultime notizie aggiornate ad oggi

Il 23 gennaio sarà una data molto importante dunque per il colosso coreano al fine di riacquisire la fiducia persa dimostrando trasparenza e cospargendosi il capo di cenere. Sarebbe molto importante, nemmeno a dirlo, che venga assicurata l’incolumità degli utenti, e sembra assurdo visto che stiamo parlando di uno smartphone, che, se non dovessero essere persuasi dalle dichiarazioni di Samsung, potrebbero abbandonare il brand per passare alla sempre più agguerrita concorrenza.

L’appuntamento dunque è per il prossimo lunedì e vedremo come si comporterà Samsung in questo momento così delicato, e soprattutto scopriremo ufficialmente quale sia stato il problema ad affliggere quasi ogni singolo Note 7 in commercio.