Nel 2017il primo smartphone flessibile?

Si prevede che il primo smartphone flessibile possa essere presentato e, quindi, messo in commercio, nei primi mesi del 2017. Ora lo si conferma con una certa cognizione di causa visto che Samsung ha depositato un brevetto presso l’Ufficio della proprietà intellettuale della Corea. Ed è qui che, in pratica, si espone il progetto di un telefono cellulare pieghevole con funzionamento semiautomatico.

Il brevetto suggerisce anche che, all’estero, il device possa essere implementato grazie ad un display secondario, che servirà per consultare velocemente qualsiasi funzione quando lo smartphone è chiuso.

Finora, Samsung non ha confermato né smentito qualsivoglia informazione riguardo la natura del progetto, né tantomeno ha commentato i disegni che mostrano i prototipi di display in grado di piegarsi. La società, però, ha finalmente rilasciato le immagini della atteso Samsung Galaxy X, il suo nuovo smartphone che potrebbe essere accreditato per essere proprio il primo con schermo pieghevole. Almeno stando a quanto riportato dal blog Galaxy Club.

L’azienda sudcoreana, infatti, ha solo reso pubbliche alcune delle ultime immagini del previsto Samsung Galaxy X. Queste, quindi, si riferiscono proprio al brevetto che mostra un dispositivo con uno schermo flessibile, in grado di chiudersi come se si trattasse di un notebook.

Il touchscreen copre l’intera superficie frontale del dispositivo e può “essere piegato e aperto in modo semi-automatico“, fanno sapere dalla società di tecnologia. Samsung prevede di mettere il dispositivo in vendita nei primi mesi del 2017.

Finora, però, il design e la struttura del device offuscano le specifiche dell’intero prodotto. Sebbene lo scorso settembre, filtravano dalla società sudcoreana alcune voci in merito ad un dispositivo con display da 4,2 pollici, processore Qualcomm Snapdragon 820, 4 GB di memoria e spazio di archiviazione espandibile da 64GB.