gorilla glass 5

Il nome Corning probabilmente non vi dirà molto. Se invece vi dico Gorilla Glass, le cose cambiano in maniera sostanziale. Bene, il primo nome indica l’azienda che di fatto produce il vetro di protezione per i display degli smartphone più famoso sul mercato, appunto il Gorilla Glass. Scopriamo insieme in che modo viene testato.

Innanzitutto, occorre ricordare che il Gorilla Glass viene montato sugli smartphone ormai dal lontano 2010. In questi anni, la tecnologia utilizzata da Corning si è sempre più evoluta, e questo ha inevitabilmente aumentato la resistenza di questa tipologia di vetro. Attualmente, la versione più recente è il Gorilla Glass 5 che, ironia della sorte, ad oggi risulta essere montato solo sul Galaxy Note 7.

In ogni caso, come potete vedere dal video sottostante pubblicato direttamente da Corning sul proprio canale YouTube ufficiale, il Gorilla Glass viene testato in maniera davvero molto particolare. L’azienda mira infatti a simulare situazioni reali in cui il vetro può essere sottoposto a cadute, compressioni, urti accidentali, esattamente ciò che può avvenire ad uno smartphone.

Ovviamente, questo garantisce ai Gorilla Glass una resistenza particolarmente elevata, che hanno consentito a Corning di diventare un vero e proprio leader nel settore smartphone in relazione a questa specifica caratteristica.

Adesso si attende la diffusione su larga scala della quinta generazione, che dovrebbe essere lo standard per buona parte dei top gamma nella prima parte del 2017. Prepariamoci dunque a vedere i vari Galaxy S8, Huawei P10, HTC 11 equipaggiati con questo genere di protezione, pronti a resistere alla nostra sbadataggine.