OnePlus 2
OnePlus 2 sarà in vendita senza inviti per sempre.
OnePlus è un’azienda sempre attenta a rilasciare update per i propri smartphone. Infatti l’ultimo aggiornamento in ordine temporale per OnePlus 2 è OxygenOS 3.1.0 che va a migliorare le prestazioni generali del dispositivo oltre che risolvere qualche bug.
L’aggiornamento è disponibile tramite OTA ed è possibile controllare se si rientra nelle varie fasi dello staged roll-out andando nel menù Impostazioni > Aggiornamenti di Sistema. Nel caso in cui non fosse disponibile alcuna notifica di aggiornamento, ma la voglia di provare l’ultimo update resta comunque tanta, è possibile ricorrere al metodo che prevede l’installazione tramite Recovery.

I seguenti passaggi sono da seguire per tutti i device che montano già una ROM originale OxygenOS e utilizzano la Oxygen Recovery su OnePlus 3. Per tutte le altre ROM non ci sono stati test ufficiali quindi è sconsigliato l’utilizzo di questa procedura.

  • Per prima cosa ci conviene scaricare la build adatta al nostro device, in questo caso la versione 3.1.0 di OxygenOS, che possiamo trovare a questo indirizzo sulla pagina di supporto OnePlus e rinominare il file scaricato in “update.zip”
  • Colleghiamo il dispositivo al computer tramite USB e copiamo il file scaricato all’interno della memoria del telefono. Nel caso in cui il computer in uso sia un MAC è necessario installare il programma Android File Transfer per eseguire questa operazione.
  • Dopo che la copia del file è terminata, riavviamo lo smartphone in Recovery Mode. Per farlo dobbiamo prima spegnerlo e poi premere contemporaneamente il tasto di accensione e il tasto per abbassare il volume.
  • Una volta nella Recovery selezionare la voce “Install from local” e successivamente “Install from SD”. Trovare il nostro file scaricato precedente rinominato in “update.zip” e cliccare su “Install” per confermare l’operazione.
  • Aspettiamo qualche minuto per il completamento dell’installazione.
  • Al termine della procedura il dispositivo si riavvierà e l’update sarà completato.

Ricordiamo effettuare il Flash di un update è procedimento pericoloso. Ciò potrebbe comportare perdita di dati e danneggiamento dell’hardware se non effettuato correttamente.

È altamente consigliato effettuare un backup completo dei dati importanti prima di procedere all’aggiornamento. Nonostante la cancellazione della memoria non è prevista in fase di update, potrebbe sempre capitare che qualche file venga accidentalmente eliminato.