iphone 7
iPhone 7 Plus non è l’unico smartphone con doppia fotocamera

Il 7 settembre Apple ha presentato i suoi nuovi modelli di smarphone e phablet, l’iPhone 7 e l’iPhone 7 Plus. Come ogni anno i nuovi modelli della mela morsicata suscitano estremo interesse per le novità che l’azienda di Cupertino introduce sui propri device e anche quest’anno la storia si è ripetuta, vediamo quali sono le funzioni con cui sono stati arricchiti i dispositivi.

1. Ingresso per le cuffie

Ci sono stati diversi rumors sulla loro presenza o meno e alla fine, durante la presentazione, il mistero è stato svelato. I nuovi iPhone hanno perso l’ingresso per il jack audio da 3,5 mm proponendo degli auricolari bluetooth (da acquistare a parte) che ricordano, se non proprio identici, le testine di ricambio degli spazzolini elettrici. Attenzione, l’azienda di Cupertino fornisce nella confezione gli EarPods Lightining e un adattatore per poterli utilizzare sia a casa che in auto.

cuffieiphone7

Phil Schiller, vicepresidente per il product marketing a livello mondiale, ha affermato che è stato il “coraggio” ad aver spinto Apple a questa decisione. Infatti, ci è voluto molto coraggio a farlo. Mai nessuno ci aveva provato prima. A no, un attimo. Lenovo lo ha già fatto con il Moto Z.

iphone7

2. Doppia fotocamera posteriore

Su iPhone 7 sono collocate due fotocamere da 12 MP nella parte posteriore, un grandangolo con f/1.8 e l’altra è un teleobiettivo f/2.8. Sono due fotocamere non indipendenti l’una dall’altra come avviene su altri modelli Android che hanno adottato, anticipando Apple, la doppia fotocamera. Anche in questo caso la novità non è proprio tale.

3. Impermeabilità

La certificazione IP 67 dei nuovi modelli di iPhone pare sia dovuta all’incollaggio delle parti, anteriore e posteriore, che funge da isolante. Ovviamente anche questa non è una novità e, anzi, l’azienda di Cupertino è arrivata con notevole ritardo su questa che ormai è una funzione sempre più diffusa tra gli smartphone e phablet.

4. Memoria interna

Apple in passato ha eliminato il taglio da 32GB fornendo quello da 16, 64 e 128GB. L’intento era quello di invogliare ad acquistare il taglio di memoria più grande per poter guadagnare di più dalla vendita. Molto è stato detto su questo argomento e quest’anno non ha fatto molto scalpore la scomparsa del taglio da 64GB e la ricomparsa di quello da 32. Ora si hanno i seguenti tagli: 32, 128 e 256GB con notevole aumento dei costi.  È una novità? Non proprio, ormai tutte le aziende produttrici hanno in dotazione smartphone con 32GB di memoria di base offrendo anche una versione da 64GB.

Cosa c’è di realmente nuovo negli iPhone 7? Ben poco. Ma, anche questa, è una sorta di regola non scritta per Apple. A Cupertino sanno bene che per guadagnare molto non occorre innovare molto, basta fare qualche aggiornamento e i fan saranno più che contenti di sborsare quattrini per avere sempre l’ultimo modello super figo.

Bisogna dire, però, che in questo ultimo anno sono state poche le novità in generale. Infatti, manca ormai quell’effetto wow che avevamo fino a qualche anno fa alla presentazione di nuovi smartphone. I vari produttori puntano a migliorare le funzioni dei modelli precedenti portando ben poca innovazione e chi tenta di farlo spesso se ne pente amaramente. Vedi sensori biometrici dell’iride, batterie sottili e più performanti che esplodono e non di meno per quanto riguarda la parte software.