google
Google offre un premio per hackerare Nexus

Google apre un nuovo bando indirizzato alla comunità hacker: l’obiettivo è quello di violare la sicurezza dei propri smartphone di punta, ovvero Nexus 5X e 6P. Sebbene, dunque, a disposizione i migliori sviluppatori al mondo, nemmeno le multinazionali della tecnologia sono esenti dalla possibilità che i propri prodotti serbino gravi errori che nessuno ha rilevato. E, quindi, la probabile ipotesi di cadere nelle mani sbagliate e dare luogo ad una grave minaccia informatica. È per questo che praticamente ogni azienda del settore è impegnata a fare affidamento sulla comunità per testare i propri software in cambio di significativi benefici economici.

Google è una di queste ed ormai è una prassi. Fresca del lancio della nuova edizione di Project Zero, oggi Big G è interessato a verificare che i propri smartphone Nexus 6P e 5X possano essere hackerati, solo conoscendone il numero di telefono e un indirizzo email.

Affinchè l’attacco possa essere considerato valido, l’utente deve aprire un particolare email in Gmail o leggere un messaggio di testo (SMS); e si vieta espressamente ai partecipanti di svolgere qualsiasi altra azione all’interno del dispositivo sotto attacco. Inoltre, gli hacker devono sfruttare la stessa vulnerabilità nei due modelli di device.

Un compito molto difficile, ma che ha una ricompensa: è possibile, infatti, aggiudicarsi fino a 200 mila dollari per scoprire l’errore di maggiore entità, 100 mila per il secondo attacco originale e, infine, 50 mila dollari per il terzo posto e, quindi, una nuova anomali. Inoltre, tutti i vincitori riceveranno un certificato ufficiale da parte di Google che riconosce il lavoro eseguito e la sua scoperta verrà segnalata pubblicamente attraverso il blog di Project Zero.