Wind
Quali saranno le conseguenze per gli utenti derivanti dalla fusione fra Wind e Tre?

La fusione fra Wind e 3 Italia è sempre più vicina. Dopo l’OK della Commissione Europea sulla joint venture che a breve ci sarà fra i due operatori ha sicuramente destato molta curiosità fra gli utenti. Sono tante le domande che i clienti dei due gestori si stanno ponendo in questi giorni dopo gli ultimi sviluppi. In questo articolo proveremo a rispondere ad alcune delle domande più frequenti su questa vicenda.

Una delle domande a cui molti vorrebbero una risposta è: Quali saranno i benefici per i clienti Wind e 3 dopo la fusione che avverrà fra i due operatori? Il nuovo operatore che nascerà dalla fusione Wind-3 garantirà maggiore copertura e qualità nei servizi erogati. La nuova azienda potrà contare su un numero elevato di clienti (34 milioni circa) e cercherà di soddisfare al meglio le esigenze di tutti.

Fra le domande più curiose formulate dagli utenti c’è anche questa: Verrà creato un nuovo brand? Al momento non è possibile rispondere in modo esauriente a questo quesito. Infatti, al momento non è stato ideato alcun piano di integrazione dettagliato. Il management della nuova azienda che nascerà dalla fusione dei due operatori svilupperà la strategia di brand e il lancio commerciale soltanto dopo che la fusione verrà effettivamente attuata. Fino a ad allora entrambi i gestori continueranno a operare separatamente, ciascuno col proprio brand.

Un altro importante quesito posto dai clienti dei due gestori è: Dopo la fusione fra i due gestori i piani tariffari subiranno delle modifiche? Con molta probabilità non ci saranno cambiamenti per quanto riguarda i piani tariffari.

Wind: “Gli utenti possono stare tranquilli

Intanto Maximo Ibarra l’attuale amministratore delegato e direttore generale di Wind, nonché futuro amministratore delegato della società che nascerà dopo la fusione Wind-3, ha rassicurato gli utenti dicendo: “L’integrazione tra Wind e 3 Italia non sarà e non dovrà essere la semplice somma di due culture aziendali e di due sistemi di valori, ma, al contrario, dovremo essere capaci di fondere il meglio delle nostre due realtà, valorizzando le esperienze di successo sin qui registrate e le migliori competenze di cui disponiamo”.