Windows 10 Anniversary Update
Microsoft ha cominciato a rilasciare Windows 10 Anniversary Update.

L’ultima versione del sistema operativo PC sviluppato da Microsoft sembra soffrire di alcuni problemi di gioventù. Windows 10 Anniversary Update si era già aggiornato con il primo pacchetto cumulativo, che era andato a risolvere alcuni bug, ma a distanza di qualche giorno erano emerse alcune segnalazioni degli utenti relative a problemi di crash improvvisi per i sistemi equipaggiati con Hard Disk a Stato Solido o SSD.

Nelle ultime ore si stanno susseguendo ulteriori segnalazioni relative a due nuovi problemi che affliggerebbero l’Anniversary Update. Il primo problema riguarderebbe in particolare la compatibilità con i prodotti Amazon Kindle. Collegare tramite USB un Kindle Paperwhite o Kindle Voyage al computer causerà la comparsa di una Blue Screen of Death (anche abbreviata con BSoD) ed il successivo crash del sistema.

Secondo il thread aperto da un utente sul forum ufficiale di Microsoft, a cui presto si sono aggiunte molte altre segnalazioni, il problema si presenterebbe sia nel caso in cui il Kindle venga collegato ad una porta USB 3.0 sia nel caso in cui sia collegato ad una porta USB 2.0. Come sempre in questi casi, ci sono anche utenti che non presentano alcun tipo di problema.Purtroppo, al momento, non esiste nessuna soluzione. L’unico modo per non incorrere nel crash di sistema sembra quello di collegare il Kindle al PC prima dell’accensione dello stesso e dell’avvio di sistema.

Il secondo problema riguarda Powershell, il servizio informatico che si occupa di interpretare i comandi impartiti, tramite linee di codice, dall’utente al sistema operativo e richiedere di conseguenza l’azione come per esempio l’avvio dei programmi. Sembrerebbe che l’ultimo aggiornamento di Windows 10 Anniversary Update abbia generato dei malfunzionamenti all’interno di Powershell. Microsoft è già al lavoro per risolvere questo inconveniente ed è previsto un ulteriore aggiornamento per il 30 Agosto al fine di arginare e rimuovere il bug.

A questo problema però è possibile porre rimedio, nell’attesa della soluzione ufficiale, basterà  disinstallare l’ultimo aggiornamento. Per far ciò è possibile digitare direttamente da PowerShell, avviandola con i privilegi di amministratore, la seguente linea di comando:

  • wusa /uninstal/ kb:3176934