Singapore
Singapore, il primo taxi a guida autonoma gira per la città

Singapore, in attesa dell’arrivo dell’interessante servizio di taxi a guida autonoma, il primo autoveicolo senza autista ha effettuato, nella giornata di oggi (giovedì 25 agosto 2016), il suo primo viaggio di test in un quartiere ricco della città.

La corsa è stata gentilmente offerta dalla società promotrice del servizio: “nuTonomy“. Quest’ultima ha invitato un gruppo di persone a scaricare l’applicativo del proprio servizio sul loro smartphone e di approfittare del tragitto, a guida autonoma, a loro scelta offerto gratuitamente.

Singapore, un taxi a guida autonoma ma con le dovute precauzioni

Sebbene il taxi si auto-pilotasse da sé, durante tutto il percorso effettuato, un ingegnere ha assistito attentamente sulla posizione del guidatore al fine di sorvegliare il sistema e prenderne il controllo se necessario. Il taxi utilizzato durante il test è stato un Mitsubishi i-MiEv, veicolo elettrico e molto agile in città.

Uno dei principali dirigenti del gruppo, Doug Parker, ha dichiarato: « È un momento storico che va a cambiare i pilastri fondamentali su cui si basano le moderne città, la nostra maniera di osservare l’ambiente che ci circonda. » L’impresa ha, inoltre, siglato una partnership con il governo di Singapore al fine di immettere definitivamente sul mercato il servizio con 100 taxi a disposizione dei cittadini, entro il 2018.

Il settore dell’industria automobilistica elettrica a guida autonoma continua ad essere in forte crescita, basti ricordare il recente accordo da 300 milioni di dollari (circa 265 milioni di euro al cambio attuale), firmato tra “Volvo” e “Uber” per sviluppare al meglio la nuova rivoluzionaria tecnologia.

Non ci resta che sperare che le cose evolvano al meglio, senza tralasciare tutte le problematiche occupazionali ed in termini di sicurezza che una simile innovazione potrebbe comportare sul mercato. Per ulteriori informazioni sulla vicenda e per notizie simili, stay tuned su Tecnoandroid.it!