pokemon go

Pokemon GO, il gioco per Android e iOS, diventato fenomeno virale dell’estate 2016 si prepara a cadere nel dimenticatoio, magari non in breve tempo, ma secondo i dati di surveymonkey il declino è già iniziato, addirittura ancor prima che fosse rilasciato in Italia.

Tra detrattori e ammiratori non si fa altro che parlare del gioco lanciato da Niantic il 6 luglio. Fino ad oggi lo scopo fondamentale è quello di collezionare tutti i Pokemon da inserire nel proprio Pokedex, di questi alcuni possono essere lasciati nelle palestre per poter combattere con le altre palestre avversarie e far aumentare il proprio livello allenatore.

In Italia è stato lanciato il 15 luglio, mentre era disponibile dal 6 luglio in altre zone del mondo oltre ad Australia e Nuova Zelanda anche gli Stati Uniti. Secondo i dati della società di indagini basate sul web, negli Stati Uniti si è raggiunto il picco di interesse, e di download, il 14 luglio esattamente una settimana dopo il rilascio. In questo solo giorno ci sono stati poco più di 25 milioni di giocatori con un numero simile anche un paio di giorni dopo.

pokemon-go-utilizzo-USA-luglio

Il 7 luglio, giorno dell’arrivo sugli store di Apple e Google, c’è stato il più grande numero di download a differenza di altre app di successo come Candy Crush Saga che hanno raggiunto il picco di download solo alcuni mesi dopo il rilascio. Pokémon GO ha fatto un percorso insolito, non solo per le dimensioni del suo successo, ma anche per la velocità incredibile della sua ascesa nella classifica dei download.

Dal 14 luglio è iniziato un lento declino, è abbastanza normale visti i download iniziali. Questo vuol dire che Pokemon GO è già sulla via del declino? Non possiamo affermarlo al momento, il gioco deve essere rilasciato ancora in alcune parti del mondo, ma sta a Niantic e Nintendo far in modo che questo non accada. Probabilmente parleremo di Pokemon GO ancora per mesi, forse per anni anche se l’inverno è alle porte e vedremo se riuscirà a superarlo.