Pokemon GO
Quanto in profondità arriva nell’account Google l’app Pokemon GO?

La Pokemon GO mania si è scatenata in tutto il mondo nonostante gli inconvenienti al server che ha rallentato il roll out sul Play Store e la possibilità che il download dell’APK possa contenere un virus. Ma non solo questo, c’è di più da considerare. Per poter giocare con la realtà aumentata occorre anche dare i permessi all’app di accedere all’account Google del giocatore.

Ci sono tre livelli di accesso: lettura e scrittura, l’accesso per visualizzare le informazioni sul profilo di base e l’accesso completo all’account. Quest’ultimo è il più alto livello di accesso che un’app può avere. Quando un’applicazione ha pieno accesso al tuo account Google può vedere e manipolare quasi ogni informazione in esso contenute. Le uniche cose che non può fare sono modificare la password, eliminare l’account, o pagare autonomamente con Google Wallet.

È tipico, per la maggior parte delle applicazioni di Google, garantire l’accesso al resoconto completo, ma non è un permesso che viene concesso alla maggior parte delle applicazioni, soprattutto non ai giochi. Inoltre, non vi è alcuna ragione apparente per cui il gioco ha bisogno di avere accesso a tutto l’account Google.

Al momento sembra che questo tipo di accesso sia un problema solo dei possessori di un iPhone, mentre chi ha un dispositivo Android non fornisce l’accesso completo all’account Google. Con il nuovo aggiornamento rilasciato da Niantic la cosa è rientrata e la società ha risolto il problema di un accesso così profondo all’account Google. Poiché in Italia Pokemon GO non è stata ancora rilasciata e l’unica possibilità di giocarci è grazie all’APK è possibile che questo contenga, anche per Android, i permessi completi all’account per cui consigliamo di scaricare l’APK aggiornato.