Linkedin acquisita
Linkedin è una piattaforma social  che viene sempre più usata dai professionisti per condividere servizi offerti e come vetrina per le proprie competenze professionali

Microsoft è sempre più convinta a spingere sui propri servizi per utenza business e professionale, e Linkedin ha tutte le carte in regola per essere un valore aggiunto all’interno dei piani aziendali di crescita e rinnovamento dell’azienda. Oggi in una conferenza comune le due aziende hanno annunciato la futura acquisizione di Linkedin da parte di Microsoft per la somma di 26.2 miliardi di dollari, al costo di 196$ per azione.

Il network sociale di Linkedin è cresciuto nel corso degli anni: da portale-vetrina in cui mostrare le nostre capacità professionali e le esperienze lavorative pregresse a strumento onnicomprensivo di orientamento per aziende e professionisti.

Nel corso di tredici anni la missione di Linkedin è stata quella di connettere professionisti e aziende, rendendo entrambi più produttivi e di successo

Nell’ultimo anno Linkedin ha allargato ancora di più i suoi orizzonti, consolidando la sua forza con l’acquisizione di Lynda.com, una piattaforma di e-learning per entrare in un nuovo segmento di mercato; ha lanciato la sua app mobile e in contemporanea un servizio di news per offrire contenuti di qualità per la sua utenza business; ha migliorato il suo programma Recruiter per le grandi aziende, raddoppiando l’offerta lavorativa con 7 milioni di istanze di lavoro attive.

Microsoft sta concentrando sempre più risorse verso la sua utenza business, con il potenziamento di servizi cloud per le aziende e professionisti: in questo scenario Linkedin si colloca come un ulteriore passo in avanti nell’espansione e acquisizione dei servizi offerti, grazie alla forza dei suoi 443 milioni di membri in tutto il mondo. Una cifra considerevole, di cui Microsoft ha bisogno per gareggiare contro Amazon e Google per l’offerta di servizi orientati all’utenza business.

Se tutte le pratiche burocratiche procederanno come di consueto, l’acquisizione dovrebbe avvenire entro la fine dell’anno. Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, ha specificamente precisato che Linkedin manterrà la sua indipendenza, con il suo staff e il suo consiglio d’amministrazione, ma già risulterà essere parte di Microsoft per l’anno fiscale 2017.

Reid Hoffman, il presidente del consiglio di amministrazione di Linkedin, ha dichiarato di essere molto soddisfatto per i termini dell’acquisizione, un’incredibile opportunità per i membri di Linkedin e le aziende che si affidano ai loro servizi di crescere con la prospettiva di avere il supporto necessario per le esigenze del futuro.